A- A+
Esteri
Ue, Meloni sbotta: "Il pacchetto di nomine preconfezionato? Metodo sbagliato"
Ue, Giorgia Meloni

Ue, Meloni isolata: "Le soluzioni di cui si discute non sono state concordate"

La riunione informale di ieri dei 27 Paesi Ue a Bruxelles, per decidere le nomine, non ha portato alla classica fumata bianca. Da una parte c'è la volontà di Popolari, Socialisti e Liberali di far rieleggere come presidente della Commissione Ursula von der Leyen e prestabilire già un pacchetto di nomine per i ministri chiave, ma dall'altra parte c'è l'Italia che invece non ha nessuna fretta di chiudere, anzi alla premier Meloni fa comodo aspettare l'esito delle elezioni in Francia di fine mese. Una vittoria schiacciante della Destra di Le Pen potrebbe stravolgere tutti gli attuali scenari. Meloni si è sentita da subito isolata alla riunione di ieri a Bruxelles. "Il metodo è sbagliato, io non ci sto - ha parlato chiaro Meloni e lo riporta Il Corriere della Sera - ad accettare un pacchetto di nomine preconfezionato, le soluzioni di cui si discute non sono state concertate con tutti. Ma soprattutto non ha senso parlare di nomi senza fare prima un'analisi seria e profonda del voto".

Leggi anche: I leader dell’Ue verso il vertice. Meloni incontra Orban e Michel

Lo sfogo e il disappunto della premier si registrano mentre intorno a lei - prosegue Il Corriere - negoziatori come il premier polacco Donald Tusk dicono alle agenzie che una "maggioranza sufficiente esiste anche senza Meloni". In ogni caso il no di Meloni, non è una bocciatura di un eventuale bis di Ursula von der Leyen, rimarcano fonti italiane che partecipano al vertice. La premier italiana dice di no anche a Viktor Orbán. L’ungherese vuole entrare nel suo gruppo, ma sono più gli svantaggi che i vantaggi e dunque le porte dell’Ecr, il partito dei Conservatori che la premier dirige, resteranno chiuse. Meloni ha anche un altro obiettivo, guadagnare altri deputati oltre a quelli eletti nell'Ecr (il suo gruppo dei conservatori) per arrivare ad almeno 84 presenze e in questo modo superare numericamente i Liberali e avere ancora più voce in capitolo sulle nomine.






in evidenza
Villa da sogno in vendita a Casalpalocco: è dell'ex portiere dell'As Roma Patricio

Ecco quanto vale l'immobile

Villa da sogno in vendita a Casalpalocco: è dell'ex portiere dell'As Roma Patricio


in vetrina
Nuovo concept per i cocktail di lusso: nel cuore di Milano Giardino Cordusio

Nuovo concept per i cocktail di lusso: nel cuore di Milano Giardino Cordusio


motori
Renault lancia la tecnologia Apache: meno rumore per strade più sicure e sostenibili

Renault lancia la tecnologia Apache: meno rumore per strade più sicure e sostenibili

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.