A- A+
Esteri
Biden promette l'indipendenza dal Covid: "Entro il 4 luglio tutti vaccinati"
(fonte Lapresse)

"La lotta non è finita, abbiamo ancora molto lavoro da fare" ma "insieme, uniti, potremo battere questa pandemia e celebrare un 4 luglio un po' più normale, riunendoci in piccoli gruppi per questa festa". Nel suo discorso di questa sera alla nazione, il presidente Joe Biden fissa una data emblematica, il giorno dell'Indipendence Day, per il ritorno alla normalità, grazie alla campagna di vaccinazione. Lo anticipa la Casa Bianca, segnalando che il presidente utilizzerà il suo discorso, che dovrebbe durare circa 20 minuti, anche per rendere omaggio agli americani uccisi dal coronavirus, oltre 500 mila.

Quello di Biden sarà un messaggio di speranza, è stato riferito durante una call da funzionari dell'amministrazione, e per indicare la strada da seguire per tornare a questa agognata normalità. Saranno creati nuovi centri di vaccinazione e sarà allargata la platea di coloro che potranno somministrare le dosi, includendo anche dentisti, optometristi, veterinari, studenti di medicina e molti altri.     Biden dispiegherà altri 4 mila militari per le vaccinazioni e soprattutto ordinerà agli Stati di eliminare le restrizioni sulle persone da vaccinare, rendendo i vaccini disponibili per tutti gli adulti entro il primo maggio  Grazie poi al piano di aiuti da 1.900 miliardi di dollari approvato ieri dal Congresso, il primo grande successo legislativo di Biden, saranno disponibili fondi per riaprire in sicurezza le scuole e per studiare le nuove varianti del Covid.

Usa: Biden, l'America sta tornando ma la lotta non è finita

"L'America sta tornando" ma "la lotta non è finita". E' il monito di Joe Biden nel suo discorso alla nazione sulla pandemia. "Ho bisogno di voi, del popolo americano. Ho bisogno che ogni americano faccia la propria parte", ha detto il presidente esortando a rimanere vigili, a non smettere di indossare le mascherine, a rispettare il distanziamento sociale. "Se non rimaniamo vigili e le condizioni cambiamo, saremo costretti a introdurre nuovamente le restrizioni", ha avvertito Biden nel suo discorso a un anno dal lockdown per il coronavirus in America. "Ma per favore - ha insistito - non vogliamo farlo di nuovo".

Usa: Biden condanna crimini odio contro asiatici per Covid

Joe Biden condanna l'aumento dei crimini d'odio contro gli asiatici americani come conseguenza della pandemia. "I feroci crimini d'odio contro asiatici americani che sono stati molestati, biasimati e usati come capro espiatorio" sono "sono sbagliati, sono non americani e devono essere fermati", ha detto nel suo intervento alla nazione a un anno dal lockdown in America.

Commenti
    Tags:
    usabidencovidcoronavirus
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Un bel cappio per il collo Ecco i primi aiuti dello stato

    Covid vissuto con ironia

    Un bel cappio per il collo
    Ecco i primi aiuti dello stato

    i più visti
    in vetrina
    Dayane Mello e Mario Balotelli, ritorno di fiamma: "Pare abbiano..."

    Dayane Mello e Mario Balotelli, ritorno di fiamma: "Pare abbiano..."


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Skoda Kodiaq, arriva il restyling

    Skoda Kodiaq, arriva il restyling


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.