A- A+
Esteri
Usa, dietrofront sul muro col Messico. Trump ora vuole che paghi il Pentagono

Donald Trump durante la campagna elettorale ripeteva continuamente che sarebbe stato il Messico a pagare per il Muro che l'ha aiutato ad arrivare alla Casa Bianca. Ma ora, in modo riservato, sta facendo pressioni sul Pentagono affinché finanzi, con i fondi destinati ai militari, la costruzione di quella che definisce un barriera di sicurezza.

Secondo quanto scrive il Washington Post, il presidente avrebbe iniziato ad adottare questa linea dopo essersi "sdegnato" per il fatto che nel budget per il prossimo anno, che contiene il più ampio aumento della spesa federale degli ultimi anni, il Congresso abbia destinato 'solo' 1,6 miliardi di dollari al progetto per il quale Trump chiedeva 25 miliardi.

Il Pentagono, è il ragionamento del presidente, potrebbe finanziare la costruzione del Muro dal momento che questo aiuterebbe a garantire la sicurezza nazionale. Tanto più, ha fatto notare Trump nei suoi discorsi con i consiglieri, che il Pentagono ha ottenuto un'enorme fetta, 700 miliardi di dollari, del budget di 1300 miliardi, aumento da Trump più volte lodato come storico.

Tags:
usadietrofront muro messico
in evidenza
La confessione di Francesca Neri "Sono una traditrice seriale"

Guarda la gallery

La confessione di Francesca Neri
"Sono una traditrice seriale"

i più visti
in vetrina
Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa

Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa


casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.