A- A+
Esteri
Usa, tra le pieghe del secondo impeachment per Trump: la vera sfida è sul 2024

"Arrivederci, in qualche modo torneremo". Nei giorni scorsi, Donald Trump ha lasciato con queste parole la Casa Bianca al termine di quattro anni a dir poco controversi. Ed è intorno a quel "torneremo" che ruota tutto quello che sta accadendo nella politica statunitense, quantomeno dai giorni successivi alle elezioni presidenziali del 3 novembre scorso. Appare chiaro che l'obiettivo di Trump, sin dall'inizio, fosse quello di cementare la presa sul gruppo di suoi elettori e fedelissimi, alimentare la narrativa del voto rubato e costringere il partito Repubblicano a stare con lui, ricacciando la tentazione di parte di esso di voltare pagina.

Poi c'è stato l'assedio a Capitol Hill. Nei pensieri di Trump dimostrazione di forza e ipoteca sul futuro Repubblicano, nei fatti tentativo di colpo di stato. Un evento che rischia di compromettere i futuri progetti politici dell'ex presidente. Il suo consigliere, Jason Mille, ha affermato in questi giorni che non ha ancora deciso se ricandidarsi e correre per le presidenziali del 2024. Qualora lo facesse, c'è la concreta possibilità che si affidi nuovamente a Steve Bannon, suo ex stratega di estrema destra che è stato graziato da Trump proprio nel suo ultimo giorno alla Casa Bianca.

Appare ormai chiaro a tutti che è impossibile liquidare Trump come un caso, una stortura momentanea di un fulgido sistema democratico. Capitol Hill dimostra che una parte del paese, al di là di come la si voglia giudicare, è con lui. Ed è evidente che alimentare per quattro anni la teoria dei brogli elettorali e il sentimento di rivalsa dal "riprendiamoci ciò che è nostro" potrebbe portare benefici dal punto di vista personale per Trump e spaccare ancora di più un'America che ha al suo interno frammenti che appaiono impossibilitati a comunicare tra loro.

Ed è su questo che si gioca la partita politica del secondo impeachment. Non si tratta di una punizione formale o di un'azione anacronistica fuori tempo massimo per un presidente che non è più presidente. In palio c'è la possibile ricandidatura nel 2024. In caso di condanna, infatti, Trump non potrebbe ricoprire nuovamente cariche pubbliche in futuro. 

I Democratici dovranno stare attenti ad agire in maniera rigorosa senza alimentare però il vittimismo trumpiano. Non a caso, Biden era inizialmente scettico sul secondo impeachment e continua a richiamare al fatto che a decidere saranno deputati e senatori nel loro insieme, non i Dem. Altri esponenti blu sono però più rumorosi, a partire da Nancy Pelosi, che ha esplicitamente dichiarato che Trump è "complice di omicidio" per i fatti di Capitol Hill.

Con un esito negativo per Trump della procedura di impeachment, il rischio è che i suoi seguaci si sentano ancora più esclusi dalla vita politica americana e vessati da quello che amano chiamare "establishment". Donald non potrebbe più sedersi allo Studio Ovale, ma la destra radicale americana vedrà ancora di più l'amministrazione Biden come un governo illegittimo contro il quale rivoltarsi alla prima opportunità. 

Sarà difficile, comunque vada, per il partito Repubblicano voltare davvero pagina. Un'altra figura ambiziosa in vista 2024 e fido scudiero di Trump in politica estera, vale a dire Mike Pompeo, ha già iniziato il countdown su Twitter: "1384 giorni".

Commenti
    Tags:
    usadonald trumpjoe bidenmike pompeo
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Cristiana Girelli come Ronaldo Manda la Juve in gol Sanremo

    Festival, non solo Ibra

    Cristiana Girelli come Ronaldo
    Manda la Juve in gol Sanremo

    i più visti
    in vetrina
    Caterina Balivo, vestitino da sogno in onore di Sanremo 2021

    Caterina Balivo, vestitino da sogno in onore di Sanremo 2021


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Volvo svela la nuova Volvo C40 Recharge: 100% elettrica

    Volvo svela la nuova Volvo C40 Recharge: 100% elettrica


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.