A- A+
Esteri
Usa, strage in Wisconsin, suv impazzito su una parata

Usa, strage in Wisconsin, suv impazzito sulla folla di una parata

A pochi giorni dal Thanksgiving, la festa più importante per le famiglie americane, un fatto di sangue ha colpito tutto il paese. Un fatto di sangue che al momento non sembra avere alcuna evidenza terroristica ma che potrebbe in qualche modo rappresentare una risposta alla clamorosa assoluzione di qualche giorno fa del giovane ragazzo bianco, Kyle Rittenhouse, per aver ucciso due ragazzi di colore che manifestavano. In un'America ormai polarizzata su quasi tutto, bianchi e neri, armi e non, dem e rep, una risposta così violenta non sarebbe da escludere.

Usa, strage in Wisconsin,suv impazzito sulla folla in parata

E i fatti? In una parata domenicale a Waukesha, in Wisconsin, un SUV rosso è piombato in mezzo alla folla. 5 persone sono morte e oltre 40 sono rimaste ferite colpite dal Suv impazzito. Secondo il capo della polizia della città, Dan Thompson, 11 adulti e 12 bambini sono stati trasportati in sei ospedali della zona.Era in corso la 58esima parata annuale nel centro di Waukesha quando il veicolo ha superato le barricate e ha accelerato attraverso la parata. Esponenti dei gruppi cattolici presenti come la Catholic Community of Waukesha, Milwaukee Dancing Grannies, Waukesha Xtreme Dance e la Catholic Community of Waukesha hanno confermato tutto l’accaduto.

Usa, strage in Wisconsin, suv impazzito sulla folla di una parata

La comunità cattolica di Waukesha ha rilasciato una dichiarazione domenica sera dicendo semplicemente che diversi parrocchiani erano stati stati feriti, ma la realtà purtroppo, è stata molto diversa. Una delle associazioni presenti, la Milwaukee Dancing Grannies, una compagnia di danza composta da donne di età compresa tra i primi anni Cinquanta e la metà degli anni Settanta, tutte nonne, ha avuto molti feriti. Il gruppo ha condiviso un messaggio su Facebook “Membri del gruppo e volontari sono stati colpiti e stiamo aspettando notizie sulle loro condizioni. Per favore, pregate per le nonne, per tutti i feriti e per tutti quelli che hanno assistito a questo orribile evento".

Usa, strage in Wisconsin, suv impazzito sulla folla di una parata

Il capo della polizia Thompson ha confermato che il veicolo sospetto è stato fermato insieme al guidatore, ma per ora non è confermato alcun legame con il terrorismo. Così come affermato dall’FBI. Un agente di polizia ha cercato, inutilmente, di fermare l'autista sparando contro il veicolo. I video sui social media mostrano un SUV rosso che attraversa le barricate di basso livello e si allontana a tutta velocità. Un “testimone ha dichiarato che “Il SUV è sbucato nel punto in cui eravamo seduti e abbiamo sentito uno schianto e le persone che urlavano, ho afferrato i bambini e sono scappato. Le persone stavano aiutando a portare gli altri in salvo". Il governatore del Wisconsin Tony Evers ha ringraziato i primi soccorritori e gli altri che sono intervenuti per aiutare e ha affermato che lo stato è in contatto con la polizia locale per definire i motivi della strage. Ma il pensiero della vendetta, per molti osservatori, non è da scartare.

Commenti
    Tags:
    mortisuvterrorismothanksgivingusawisconsin





    in evidenza
    "Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

    De Filippi furiosa in tv

    "Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

    
    in vetrina
    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


    motori
    Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

    Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.