A- A+
Esteri
Cina, scoperta nuova base di missili. Usa, sì all'indagine sul coronavirus

Nuovo avvistamento satellitare di costruzione di missili in Cina. Pechino starebbe costruendo una nuova base missilistica nei suoi deserti nell'ovest del Paese secondo un nuovo studio pubblicato dalla Fas, la Federazione degli scienziati americani, di cui riferisce la Cnn. Si tratterebbe, secondo i ricercatori, di una potenziale espansione dell' arsenale nucleare che metterebbe in dubbio l'impegno di Pechino per una 'minima dissuasione'. Identificato tramite immagini satellitari, il nuovo impianto, situato nella regione cinese dello Xinjiang, potrebbe includere 110 silos.

"Espansione dell'arsenale nucleare cinese più significativa di sempre"

Questo secondo gruppo di strutture missilistiche si aggiungerebbe a quello individuato poche settimane fa dai ricercatori americani, circa 120 silos che sembrano essere in costruzione nella vicina provincia di Gansu, come sostenuto dal Centro James Martin di studi per la non proliferazione. Insieme, i due siti rappresenterebbero "l'espansione più significativa dell'arsenale nucleare cinese di sempre", afferma il rapporto FAS. Finora i media cinesi hanno negato l'esistenza di una base missilistica nel Gansu, suggerendo che si trattasse di un parco eolico. 

Covid: Blinken vede Tedros, ok nuova inchiesta su origini del virus

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha incontrato in Kuwait il capo dell'Organizzazione Mondiale della Sanita', Tedros Adhanom Ghebreyesus, e ha promesso il suo sostegno all'indagine dell'agenzia Onu in Cina sulle origini della pandemia di coronavirus. "Gli Stati Uniti sostengono i piani di @WHO per ulteriori studi sulle origini del COVID-19, anche nella (Repubblica popolare cinese), per capire meglio questa pandemia e prevenire quelle future", ha twittato Blinken. L'incontro con Tedros non era nel programma pubblicato del diplomatico statunitense. In una dichiarazione, il portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price ha detto che Blinken "ha sottolineato la necessita' che la prossima fase (dell'indagine) sia tempestiva, basata su prove, trasparente, guidata da esperti e libera da interferenze". E ha "sottolineato l'importanza che la comunita' internazionale si riunisca su questa questione di preoccupazione critica".

L'agenzia sanitaria delle Nazioni Unite e' stata sotto pressione per una nuova indagine piu' approfondita su come la malattia che ha ucciso piu' di quattro milioni di persone in tutto il mondo e' emersa per la prima volta. L'OMS ha potuto inviare un team di esperti internazionali indipendenti a Wuhan solo a gennaio, piu' di un anno dopo che il Covid-19 e' apparso, per aiutare le controparti cinesi a sondare le origini della pandemia. A lungo deriso come una teoria di cospirazione di destra e respinto con veemenza da Pechino, l'idea che il Covid-19 possa essere emerso da una fuga di notizie dal laboratorio sta guadagnando slancio. Pechino ha ripetutamente insistito che una fuga di notizie sarebbe stata "estremamente improbabile", citando la conclusione raggiunta da una missione congiunta OMS-Cinese a Wuhan in gennaio. Ma all'inizio di luglio, l'OMS ha detto che una seconda fase della sonda internazionale dovrebbe includere verifiche dei laboratori cinesi, in mezzo alla crescente pressione degli Stati Uniti per un'indagine su un laboratorio biotecnologico a Wuhan. La Cina ha detto che tale proposta ha mostrato "mancanza di rispetto" e "arroganza verso la scienza". Blinken e Tedros hanno anche "discusso opportunita' di collaborazione per continuare a riformare e rafforzare l'OMS", ha detto il portavoce del Dipartimento di Stato Price.

Commenti
    Tags:
    usamissilicinadesertocoronavirus





    in evidenza
    Ilenia Pastorelli, dal Grande Fratello a Jeeg Robot (con David di Donatello). Foto

    Che show a Belve!

    Ilenia Pastorelli, dal Grande Fratello a Jeeg Robot (con David di Donatello). Foto

    
    in vetrina
    Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

    Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


    motori
    Bentley debutta nel mondo dell'Home Office alla Milano Design Week 2024

    Bentley debutta nel mondo dell'Home Office alla Milano Design Week 2024

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.