BANNER

Il 28 e 29 novembre si terrà a Villnius un vertice che potrebbe segnare una svolta nei rapporti tra l’UE ed alcune delle ex Repubbliche Sovietiche. Dal 2009 infatti, l’UE ha dato vita alla Eastern Partnership (EaP), con l’obiettivo di approfondire i legami economici e commerciali con Armenia, Azerbaijan, Bielorussia, Georgia, Ucraina e Moldavia. Proprio quest’ultima appare come la più vicina a firmare l’Accordo di Associazione con l’Unione Europea.

Malgrado la situazione politica ed economica del Paese non sia delle più rosee, la Commissione europea ha riconosciuto al Paese importanti passi avanti in termini di diritti umani. Dal 27 agosto 1991, giorno in cui ha conquistato l’indipendenza, la Moldavia ha dovuto fronteggiare gravi difficoltà economiche, corruzione e l’ingombrante influenza di Mosca. A peggiorare la situazione, è poi la questione Transnistria una delle regioni più ricche della Repubblica Moldava, nonché uno dei più grandi arsenali di armi sovietiche.

Ancora oggi proprio il commercio di armi è alla base dell’economia di Tiraspol, dove la corruzione regna sovrana. La regione ha sempre rifiutato di entrare a far parte della Moldavia e, da ormai più di vent’anni, permane una pace armata.

LE MINACCE DELLA RUSSIA - Proprio nei giorni in cui si organizzava la grande manifestazione pro Europa, sono giunti degli avvertimenti dalla Russia: “l’inverno sta arrivando”, ha affermato il Vice-Primo Ministro russo Rogozin. Bisogna ricordare infatti che la Moldavia per la fornitura di gas dipende dalla compagnia statale russa Gazprom. La Moldavia allora potrebbe abbandonare tutti i propositi di avvicinamento all'Europa e decidere di rimanere sotto l'influenza russa proprio per timore di restare al freddo. Guardando, però, con uno sguardo lungimirante, l’Europa offre molteplici occasioni alla Moldavia per aumentare il proprio benessere e modernizzarsi.

2013-11-27T14:07:00.667+01:002013-11-27T14:07:00+01:00truetrue1546116falsefalse353Esteri/esteri4130922315462013-11-27T14:07:00.73+01:0015462013-11-27T14:37:28.083+01:000/esteri/verso-il-vertice-di-villnius-in-moldavia271113false2013-11-27T14:37:30.693+01:00309223it-IT102013-11-27T14:07:00"] }
A- A+
Esteri

 

incendi in russia 4

BANNER

Il 28 e 29 novembre si terrà a Villnius un vertice che potrebbe segnare una svolta nei rapporti tra l’UE ed alcune delle ex Repubbliche Sovietiche. Dal 2009 infatti, l’UE ha dato vita alla Eastern Partnership (EaP), con l’obiettivo di approfondire i legami economici e commerciali con Armenia, Azerbaijan, Bielorussia, Georgia, Ucraina e Moldavia. Proprio quest’ultima appare come la più vicina a firmare l’Accordo di Associazione con l’Unione Europea.

Malgrado la situazione politica ed economica del Paese non sia delle più rosee, la Commissione europea ha riconosciuto al Paese importanti passi avanti in termini di diritti umani. Dal 27 agosto 1991, giorno in cui ha conquistato l’indipendenza, la Moldavia ha dovuto fronteggiare gravi difficoltà economiche, corruzione e l’ingombrante influenza di Mosca. A peggiorare la situazione, è poi la questione Transnistria una delle regioni più ricche della Repubblica Moldava, nonché uno dei più grandi arsenali di armi sovietiche.

Ancora oggi proprio il commercio di armi è alla base dell’economia di Tiraspol, dove la corruzione regna sovrana. La regione ha sempre rifiutato di entrare a far parte della Moldavia e, da ormai più di vent’anni, permane una pace armata.

LE MINACCE DELLA RUSSIA - Proprio nei giorni in cui si organizzava la grande manifestazione pro Europa, sono giunti degli avvertimenti dalla Russia: “l’inverno sta arrivando”, ha affermato il Vice-Primo Ministro russo Rogozin. Bisogna ricordare infatti che la Moldavia per la fornitura di gas dipende dalla compagnia statale russa Gazprom. La Moldavia allora potrebbe abbandonare tutti i propositi di avvicinamento all'Europa e decidere di rimanere sotto l'influenza russa proprio per timore di restare al freddo. Guardando, però, con uno sguardo lungimirante, l’Europa offre molteplici occasioni alla Moldavia per aumentare il proprio benessere e modernizzarsi.

Tags:
moldaviavillniusue
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.