A- A+
Esteri
statuina assange p

Il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, ritiene che conquistare un seggio nel Senato australiano gli consentirebbe di tirarsi fuori dal complicato caso politico-diplomatico in cui e' coinvolto.

Assange da giugno si trova rifugiato nell'ambasciata dell'Ecaudor a Londra per evitare l'estradizione in Svezia, dove e' accusato di reati a sfondo sessuale. In un'intervista al website australiano The Conversation, l'hacker ha detto che se ottenesse un seggio nelle elezioni del 14 settembre in Australia "il Dipartimento di Giustizia americano non aprirebbe uno scontro diplomatico internazionale".

Assange ha sempre detto di temere che la Svezia conceda l'estradizione in Usa, dove potrebbe essere condannato alla pena di morte o all'ergastolo per la pubblicazione su Wikileaks dei cablogrammi riservati della diplomazia statunitense.

Assange, che è cittadino australiano, la settimana scorsa ha presentato domanda di iscrizione nel registro elettorale dello stato di Victoria e ha detto, in un'intervista, che gli Stati Uniti "abbandoneranno la loro procedura di incriminazione per spionaggio e il governo di Cameron farà seguito". Se la Gran Bretagna si rifiuterà di farlo tornare in Australia, "il costo politico dello status quo attuale sarà ancora più alto" ha aggiunto.

Un partito di Wikileaks è dunque in corso di formazione in Australia, con un comitato nazionale di 10 persone e dei candidati per le elezioni del 14 settembre, e ha cominciato a raccogliere i nomi e le firme degli iscritti per registrare il partito, che "avrà come principi di base il coraggio, la comprensione, la veridicità e il libero flusso di informazioni. Affidandosi a uno stile decentralizzato tipo Wikileaks, a strutture generate dagli utenti, potrà operare senza apparati. Così ha spiegato lo stesso Assange.

Tags:
wikileaksaustralia
in evidenza
Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality

"Ci sarà anche Maxi Lopez"

Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality


in vetrina
Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra

Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra


motori
Nuove Alpine A110 R, progettata per la pista omologata per la strada

Nuove Alpine A110 R, progettata per la pista omologata per la strada

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.