A- A+
Esteri
Green Pass obbligatorio per tutti. Cittadini senza libertà di lavorare e...


Nel 2017, il filantropo Bill Gates, il finanziere Larry Fink e il transumanista Klaus Schwab hanno deciso di vaccinare l’umanità: ci sono perfettamente riusciti. Tuttavia, qualche recalcitrante terrapiattista reclama ancora oggi di avere il diritto di rifiutare l’inoculazione, così intervengono illustri personalità (testimonial o, più moderno, influencer) come Tony Blair a suggerire il modo di obbligarli: priviamoli dei loro diritti.

Ma tutto questo, naturalmente, in nome di un interesse superiore: la salute collettiva. Questo risultato è stato raggiunto utilizzando strumenti e meccanismi ben noti ai sociologi: la segregazione sociale, l’identificazione di un pericolo comune, l’amplificazione della paura, la costante propaganda dei media che ha ripetuto che si poteva ritornare alla normalità unicamente grazie a misure fortemente limitative delle libertà individuali, giustificate dal bene collettivo.

Nel frattempo, la perdita di significato della vita, ridotta a una reclusione domiciliare, la sensazione diffusa di non essere più artefici del proprio destino, dato che un avvocato non eletto ha potuto privare chiunque dei propri diritti individuali (Costituzionali) con un semplice decreto del Presidente del Consiglio.

E tutto questo fa parte di un disegno di cambiamento della società, quel Great Reset teorizzato dal Professor Klaus Schwab del Forum di Davos. Superfluo aggiungere che i vaccini non sono stati regalati ma venduti a caro prezzo (il fondo BlackRock è socio di Pfizer e Bill Gates controlla Moderna), con contratti secretati per non rivelare il contenuto di clausole limitative di responsabilità che impediscono ai danneggiati di agire contro i produttori.

Un disegno criminale spacciato per un passo avanti verso “magnifiche sorti e progressive”.Da vecchio giurista, inorridisco davanti alla palese violazione di diritti umani e costituzionali, al tentativo (riuscito) di subordinare il diritto al lavoro, la libertà di movimento, il diritto di rifiutare un trattamento sanitario, il diritto di visitare i propri cari negli ospedali e nelle RSA eccetera eccetera al possesso di un Green Pass.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
world economic forum davos pandemia





in evidenza
"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"

Finley, l'intervista di Affari

"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"


in vetrina
Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna

Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna


motori
Renault: nuova 5 E-Tech Electric: ordinabile in Italia le prime due versioni

Renault: nuova 5 E-Tech Electric: ordinabile in Italia le prime due versioni

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.