A- A+
Food
A Cornaredo nasce il nuovo modello di scuola alberghiera

Che entusiasmo si respirava a Cornaredo per la presentazione del nuovo istituto alberghiero Frisi. C'erano davvero tutti: sindaco, assessori comunali, giunta regionale con Valentina Aprea, consiglio regionale con Carlo Borghetti e governo con il sottosegretario Davide Faraone. 

Un parterre degno di una scuola nuova, non solo di una nuova scuola. Infatti è la prima volta che uno chef stellato, ambasciatore di Expo e dell'Italia alle Olimpiadi di Rio, star della pubblicità ma sopratutto ex allievo decide di dedicarsi ai ragazzi stando loro accanto e lavorando concreta,e te per la crescita dell'istituto. 

Parliamo del cittadino di Cornaredo Davide Oldani che ha conquistato con il suo risotto capi di stato e di governo e legioni di visitatori di Expo Milano, ma che per il Frisi vuole essere solo uno dei tanti allievi che lo hanno frequentato e che lo ha avviato ad essere cuoco.

"Un lavoro che è fatica, artigianale. Io ho fatto le mie esperienze all'estero, sono tornato e ho le idee chiare di quali valori trasmettere. Quando ho frequentato io il Frisi alberghiero sono stato l'unico nei miei cinque anni ad aver fatto davvero il cuoco.

 

 

Oggi molti, troppi ragazzi vanno a lavorare nella GDO ma vorrebbero lavorare in cucina. Coloro che si iscrivono per l' ottanta per cento vogliono fare cucina per il quindici il sommelier e il restante cinque per cento vuole lavorare in sala.

Oggi - dice dal palco Oldani - nasce una scuola nuova che potremmo chiamare "prima scuola di ospitalità italiana". Una scuola che formi cuochi, ma anche pescivendoli, fruttivendoli, panettieri o macellai.

L'unico modo per amare la cucina è andare a bottega, entrare in cucina e lavorare.

La scuola deve dare formazione profonda sui prodotti, sulla materia prima affinché chi non farà il cuoco abbia alternative valide.

Nel mondo ho sempre frequentato i mercati, come quello del pesce a Parigi davanti al palais de Tokyo dove tutto è perfetto. Quello è il contesto dove con una buona formazione di può creare professionalità.

E poi - aggiunge lo chef - dobbiamo parlare con i ragazzi, approfondire e seguire la loro crescita". 

Poi lancia un appello per trovare un nome al nuovo istituto . Oldani ha anche lavorato per trovare quei soggetti privati che hanno contribuito ai lavori di realizzazione.

Il Preside Azzolini è giustamente orgoglioso di quanto sta accadendo intorno al suo istituto.

"Noi ci mettiamo entusiasmo, passione, lavoro - afferma - ingredienti  fondamentali, però i laboratori necessitano di aiuto.

Abbiamo bisogno di supporto e investimento, lo abbiamo chiesto al ministero dell' istruzione, alla regione e a imprenditori privati, che possono anche usufruire dello "school bonus" che  consente di recuperare una parte del contributo.

Vogliamo offrire - aggiunge il professore - alternanza scuola lavoro ed esperienze all'estero per imparare le lingue. Per tutto ciò abbiamo bisogno di sostegno".

Lo supporta il sottosegretario all'istruzione Davide Faraone che afferma "Dobbiamo dare più flessibilità e autonomia alle scuole per costruire un orario più adatto, materie utili, dare vitalità ai programmi anche nella relazione con la comunità.

Stiamo investendo in edilizia scolastica, l'alternanza scuola lavoro è legge.

Oggi è l'ultimo giorno di scuola, ma anche il primo di una scuola nuova".

Interviene Valentina Aprea, assessore regionale alla formazione che sottolinea: "Una nuova concezione di scuola quella di cui parliamo oggi. Chiamiamola Zafferano - propone - ingrediente che Davide Oldani ci ha raccontato ad Expo. Possiamo reinventare la tradizione e valorizzarla nel nostro tempo insieme alle eccellenze del territorio che sono cultura. Il patrimonio scolastico di formazione alberghiera lombardo è vasto. Ora ci vuole una spinta nuova secondo schemi moderni ed attuali.

Ho destinato molti finanziamenti per l'apprendistato, proviamoli a Cornaredo con fondi importanti, parliamo di seimila euro a studente. Studiamo le modalità - conclude - per partire da qui, da questo finanziamento per far crescere i migliori.

Tags:
cornaredo milanoscuola alberghieraformazione cucina e salachef davide oldani

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.