A- A+
Food
A Divin Castagne la vetrina dei prodotti dell'Agro Nocerino del benessere

Sono nove i “top foods” della salute coltivati tra i Monti Lattari e l’agro nocerino-sarnese. E’ quanto emerge da una ricerca presentata all’apertura del Divin Castagne 2018, l’evento promosso da Carmine D’Aniello, Giovanna Mascolo e Andrea D’Auria a Sant’Antonio Abate.

Insieme al pomodoro San Marzano e al corbarino, già noti per le proprietà benefiche grazie ad uno studio coordinato dal professor Antonio Giordano, direttore dello Sbarro Institute di Philadelphia, compaiono il Cipollotto nocerino Dop e il fagiolo mustacciello, produzione tradizionale del posto.

Secondo Rocco De  Prisco, ricercatore associato presso l’Istituto di Chimica Biomolecolare-Cnr di Napoli e componente dello stesso gruppo di studio che sta ora focalizzando le ricerche sull’analisi delle peculiari capacità antitumorali delle diverse varietà di pomodori, l’elenco completo include il cavolo verza sarnese, gli agrumi come le arance di Pagani, i frutti di bosco, il peperoncino verde, il crescione di acqua e i frutti di bosco. Lo studio rileva che il pomodoro inibisce la crescita e le caratteristiche maligne delle cellule del cancro gastrico, il quarto tipo più diffuso al mondo.

 

Oltre ai nove alimenti che rappresentano i colori della salute dell’area del Sano e dei Monti Lattari, ovvero cibi essenziali che aumentano i livelli di protezione contro il cancro, De Prisco ha illustrato i poteri nutrizionali anche del finocchio, altro prodotto inserito tra i “tradizionali” della Campania. Con il suo bassissimo potere calorico, solo nove calorie per 100 grammi e  il grande apporto vitaminico è da considerarsi di diritto un cibo della salute. Attualmente gli autori dell’indagine, Cnr-Crom di Avellino e la cattedra di Anatomia patologica dell’università di Siena stanno focalizzando le loro ricerche su estratti interi di diverse varietà di pomodori con l’intento di verificare ed influenzare le proprietà neoplastiche di alcune linee cellulari di tumore.

Non è da meno il cipollotto nocerino-sarnese che contiene un alto contenuto di polifenoli con forte azione antiossidante, è efficace nell’inibire la crescita di cellule cancerogene, costituisce un rimedio ideale in caso di affezioni respiratorie, sinusite, faringite, bronchite e tosse. Oltre a ciò ha azione fluidificante del sangue, antiaggregante delle piastrine grazie anche alla presenza di sostanze fibrinolitiche. Testimonianze certe della presenza della cipolla nell'Agro risalgono ad oltre 2000 anni orsono: nella Pompei antica, difatti, cipolle locali sono raffigurate nei dipinti del Larario del Sarno, la cappella dove erano custoditi i Lari, gli dei protettori della Casa. Infatti anche a Pompei, come in Egitto e in Grecia, la cipolla, per i suoi effetti benefici e curativi, era considerata una identità sacra. Il dipinto sintetizza graficamente la realtà della varietà locale, che già all'epoca, rappresentava un’importante e tipica espressione della ruralità locale. E' raffigurato il fiume Sarno, mitizzato con sembianze umane, il quale, da nume protettore, osserva e tutela la produzione e il commercio dei cipollotti che, prodotti nella sua fertile Valle del Sarno, vengono trasportate con una barca sulle sue acque fino alla città di Pompei. 

 

“Sant’Antonio Abate è la cerniera tra i Monti Lattari e l’Agro Nocerino e vanta il paniere della salute”, commenta Carmine D’Aniello, ideatore del Divin Castagne. “Il format, giunto alla sua ottava edizione, è legato proprio alla promozione dei prodotti del benessere del territorio che non dovrebbero mai mancare sulle tavole dei consumatori”.

 

Commenti
    Tags:
    cipollottofinocchiosarnonocera
    in evidenza
    Aria fredda polare sull'Italia Fine maggio da... brividi

    Meteo previsioni

    Aria fredda polare sull'Italia
    Fine maggio da... brividi

    i più visti
    in vetrina
    Banca Ersel, inaugurato il progetto di ristrutturazione della nuova sede

    Banca Ersel, inaugurato il progetto di ristrutturazione della nuova sede


    casa, immobiliare
    motori
    BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare

    BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.