A- A+
Food
Sodexo, colosso alimentare, dice basta alle galline allevate in gabbia

MULTINAZIONALE LEADER DEI SERVIZI DICE NO ALLE GALLINE IN GABBIA
 
La decisione di Sodexo di non utilizzare uova provenienti da galline allevate in batteria segna un punto di svolta storico per il benessere degli animali.


Sodexo ha annunciato che entro il 2025 smetterà su scala globale di utilizzare uova provenienti da galline allevate in gabbia, segnando così una svolta epocale per milioni di animali in tutto il mondo. La decisione dell'azienda è frutto di una serie di negoziazioni con la
Open Wing Alliance - di cui Animal Equality fa parte -
coalizione recentemente fondata dalla non-profit statunitense Humane League che vede l'impegno di molte associazioni per i diritti animali unite nell'intento di abolire per sempre la crudele pratica delle gabbie.
 
Sodexo, oltre ad essere leader nei servizi alimentari, è una delle multinazionali più grandi al mondo, con i suoi 420.000 collaboratori distribuiti in ben 80 Paesi, ogni giorno al servizio di 75 milioni di persone all'interno di svariati settori, tra cui aziende private, agenzie governative, scuole, università, ospedali, cliniche, centri di assistenza, basi militari, penitenziari.
 
Con il suo annuncio ufficiale Sodexo si impegna a lavorare a fianco di specifiche organizzazioni per la protezione animale al fine di non utilizzare mai più uova da allevamento in batteria, definendo insieme a loro un piano d'azione che porti a risultati concreti entro le scadenze stabilite.
 
Tale impegno è frutto dell'incontro tra i direttori internazionali di Sodexo ed i portavoce della coalizione. Le parti hanno discusso come poter mettere a punto una nuova policy su scala globale in merito alle uova da allevamento in gabbia. Anche associazioni come la Humane Society International e Compassion in World Farming hanno avuto modo di confrontarsi con la Sodexo sullo stessa tema. La nuova politica intrapresa sarà estesa sia agli ovoprodotti sia ai 250 milioni di uova con guscio che l'azienda utilizza ogni anno in tutto il mondo.
 
La decisione contribuirà al processo di abolizione delle gabbie dall'industria avicola poiché chiama in causa anche altri distributori, ristoranti, negozi di alimentari e altre compagnie incoraggiandoli ad adottare politiche simili nell'immediato futuro. Il processo di negoziazione con Sodexo è iniziato nel febbraio 2015 e da allora numerose aziende e multinazionali hanno seguito l'esempio adottando la politica ‘cage-free'.
 
L'annuncio costituisce indubbiamente una vittoria storica che apre la strada all'abolizione definitiva della crudele pratica delle gabbie.
 
Matteo Cupi, direttore esecutivo di Animal Equality Italia, afferma:

“La decisione di Sodexo di non utilizzare uova provenienti da allevamenti dove le galline sono allevate in gabbia dimostra una grande apertura mentale verso il benessere degli animali, costituendo un esempio per migliaia di altre aziende.
 
Questo è un chiaro segnale del fatto che siamo sempre più vicini alla fine dell'utilizzo delle gabbie, una pratica arcaica e di estrema crudeltà.
 

Animal Equality è orgogliosa di far parte di una coalizione che ha saputo ottenere un risultato senza precedenti verso l'abolizione di una crudele pratica come quello dell'allevamento in gabbia.
Questa nuova politica, applicata su scala globale, allevierà ogni giorno la sofferenza di milioni di galline”.
 
Animal Equality è un'organizzazione internazionale per la protezione animale presente in Italia, Regno Unito, Stati Uniti, Spagna, Messico, Germania e India e conta più di 3 milioni di simpatizzanti. Ogni giorno Animal Equality dà voce agli animali d'allevamento di tutto il mondo, incoraggiando la società a compiere scelte alimentari compassionevoli e invitando le aziende ad adottare politiche a favore degli animali. L'organizzazione realizza iniziative a sfondo educativo, investigazioni, attività di negoziazione con le aziende e campagne legali.

Nel 2012, a seguito delle investigazioni portate avanti da Animal Equality, la COOP ha cessato di vendere foie gras all'interno dei sui 1400 punti vendita.

Per due anni consecutivi Animal Charity Evaluators (ACE) ha nominato Animal Equality come una delle tre organizzazioni per i diritti animali più efficaci al mondo tra le oltre 150 analizzate. ACE è un ente non-profit che analizza e valuta moltissime organizzazioni per i diritti animali negli Stati Uniti e in Europa, allo scopo di indirizzare le donazioni sulle realtà di maggior impatto per il benessere degli animali. Secondo ACE, Animal Equality raggiunge risultati significativi con piccole somme di denaro: “L'organizzazione mostra grande comprensione dei concetti di successo e fallimento, ponendosi continuamente nuovi obiettivi e piani di miglioramento per aumentare la propria efficacia.”

Iscriviti alla newsletter
Tags:
galline allevate in gabbiasodexo mensesodexo alimentareprotezione animali
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici

Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.