A- A+
Green
Addio alle banane? Torna la malattia che devasta le piantagioni

La Fao è pronta a lanciare l'allarme. La malattia di Panama, che negli anni '60 ha devastato le piantagioni di banane, sta tornando con maggiore forza. La prima epidemia colpì la Gros Michel, una tipologia di banana ormai quasi estinta. Oggi la malattia di Panama potrebbe tornare a colpire la Cavendish, la tipologia che ormai rappresenta il 47% del commercio mondiale e che domina sulle tavole occidentali.

A colpire potrebbe essere una nuova razza della malattia, denominata TR4. I focolai si sono rafforzati in Africa e Medio Oriente e comincia a invadere anche il Sud America, minaccaindo i principali esportatori, come Ecuador, Brasile e Colombia. Una iattura per gli imperatori del commercio mondiale Chiquita, Dole e Del Monte e per le 400 milioni di persone per le quali la banana è un cibo-base.

La cura? Al momento non esiste. Nessun pesticida è efficace. Per questo la Fao chiederà uno sforzo comune a industrie, istituti di ricerca e governi per arginare la diffusione della malattia di Panama.
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bananefruttacommercio
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.