A- A+
Green
Cop26, Johnson: "Ancora tanto lavoro da fare, ma sono cautamente ottimista"

In seguito alle varie dichiarazioni durante la Conferenza di Glasgow, il premier inglese Boris Johnson esorta a non lasciarsi andare a "false speranze" dopo questa prima parte della Cop26, che si chiude oggi a livello di leader, ma si dice "cautamente ottimista" sull'andamento della conferenza, anche se "c'è ancora lavoro da fare". "Non ci sono dubbi che qualche progresso sia stato fatto", ha detto il premier nel corso di una conferenza stampa a Glasgow. 

Se non si agisce contro il cambiamento climatico, sarà la catastrofe economica, non solo ambientale. Il solo modo per sistemare questa cosa è ridurre le emissioni di anidride carbonica. C'è una grande saggezza nel popolo britannico - continua Johnson - sanno che è un problema che deve essere risolto. Non ascoltano me, ma ascoltano David Attenborough", celeberrimo documentarista della Bbc, "vedono gli alluvioni e gli uragani e capiscono che sta succedendo qualcosa". 

"Ero a Parigi" alla Cop21 quando è stato fissato l'obiettivo di contenere il riscaldamento globale a 1,5 gradi centigradi. Al di là della "grande sensazione che volevamo arrivarci, non c'era alcuna roadmap su come arrivarci. Qui iniziamo a vedere come arrivare a tagliare le emissioni di Co2, ma c'è ancora molta strada da fare", conclude il primo ministro britannico.

Inoltre, continua Johnson, quello di tenere un referendum popolare sull'obiettivo di arrivare a zero emissioni climalteranti, “è un brillante suggerimento, ma credo che questo Paese abbia avuto abbastanza referendum...”. Il premier, poi, parla anche della Cina. "Il presidente cinese non c'è qui, ma c'è una delegazione di alto livello, il fatto che Xi sia assente non vuol dire che i cinesi non si stiano impegnando". Lo ha detto il premier britannico Boris Johnson in una conferenza stampa a Glasgow, sottolineando che "abbiamo bisogno della Cina" nella lotta ai cambiamenti climatici. 

"Gli occhi del mondo sono puntati su di voi", continua Johnson nella conferenza stampa che ha concluso la sessione dei leader della Cop26, rivolto ai negoziatori della Conferenza dell'Onu sul clima. Le promesse fatte in questi due giorni "devono essere seguite dalle azioni", ha sottolineato Johnson, avvertendo che seguirà i negoziati da vicino per essere sicuro che "non ci siano inversioni a U e arretramenti rispetto a quello" che è stato detto. 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    cop26cop26 boris johnsoncop26 papa bergoglio
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


    casa, immobiliare
    motori
    ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

    ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.