A- A+
Green
Eni, inaugurata l’area polifunzionale a Sannazzaro de’ Bur

È stata inaugurata oggi l’area polifunzionale di Piazzale Mainoli, realizzata da Eni quale opera di compensazione ambientale prevista tra le opere richieste dal Comune per il rilascio del decreto di compatibilità ambientale e autorizzazione dell’Impianto EST.

L’opera, il cui compimento ha avuto un costo complessivo di circa 450 mila euro, è stata realizzata in sei mesi grazie a uno studio tecnico di fattibilità particolarmente significativo: l’area polifunzionale, che da oggi potrà ospitare 200 persone, ha permesso il recupero di un’area precedentemente occupata da un’attività artigianale dismessa.

L’area polifunzionale di Piazzale Mainoli si aggiunge alle opere di compensazione e mitigazione ambientale realizzate da Eni a favore dei Comune di Sannazzaro de’ Burgondi e di Ferrera Erbognone per un valore complessivo pari a 4 milioni di euro. L’impianto EST (Eni Slurry Technology) è in funzione nella Raffineria Eni a Sannazzaro dal 2013, ed è il più innovativo e avanzato processo di raffinazione attualmente esistente per convertire i prodotti pesanti in componenti più leggeri. La tecnologia EST, a differenza delle tecnologie di raffinazione tradizionali, converte interamente la carica in distillati leggeri e attribuisce al sito di Sannazzaro l’appellativo di “Raffineria Bianca”.

Tags:
eni
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator: design autenticamente Jeep

Gladiator: design autenticamente Jeep


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.