A- A+
Green
La Commissione europea apre la porta ai nuovi Ogm. L'appello di Greenpeace

La Commissione europea ha presentato un rapporto sulle nuove tecniche di modifica genetica (CRISPR/Cas), indicando che potrebbero essere accettate regole più "permissive" per gli Ogm prodotti con queste tecniche. Una decisione che di fatto- secondo l'associazione ambientalista Greenpeace– spiana la strada per esentare i nuovi organismi geneticamente modificati (Ogm) dalle attuali norme di tutela dell'ambiente. Nel 2018– ricorda Greenpeace– la Corte di Giustizia Europea aveva stabilito che i nuovi OGM dovevano essere regolamentati secondo le vigenti norme Ue sugli OGM, in quanto esentarli “comprometterebbe l'obiettivo della protezione” e “non rispetterebbe il principio di precauzione”.

Federica Ferrario, responsabile Campagna agricoltura di Greenpeace Italia, dichiara: "L'Unione europea ha la responsabilità di proteggere il diritto degli agricoltori di sapere ciò che coltivano e delle persone di scegliere ciò che mangiano, oltre che di proteggere l'ambiente e la biodiversità dai potenziali danni causati dai nuovi OGM. La Commissione e i governi nazionali devono rispettare il principio di precauzione e la decisione della Corte di giustizia europea: gli OGM, anche se gli si dà un nome diverso, restano comunque OGM e devono essere trattati come tali". 

Il nuovo briefing sui rischi associati al rilascio ambientale di nuovi Ogm in ambito agricolo, pubblicato da Greenpeace, dimostra proprio tale deriva: le cosiddette nuove tecniche di modifica genetica consentono alle aziende biotecnologiche di apportare modifiche significative agli organismi. Modifiche non presenti in natura e fondamentalmente diverse dalle tecniche di selezione tradizionali. Risulta quindi essenziale, a fronte di questa nuova apertura, applicare la sentenza della Corte di giustizia europea e assicurare che gli Ogm prodotti con nuove tecniche siano soggetti alle stesse normative degli Ogm esistenti.

Commenti
    Tags:
    europa ogm greenpeaceeuropa greenpeace ogm
    in evidenza
    Hannibal e un maggio bollente Temperature choc fino a 51 gradi

    Previsioni meteo

    Hannibal e un maggio bollente
    Temperature choc fino a 51 gradi

    i più visti
    in vetrina
    Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

    Pnrr e opportunità per le Pmi
    CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


    casa, immobiliare
    motori
    smart e ALD Automotive collaborano per creare una piattaforma e-commerce

    smart e ALD Automotive collaborano per creare una piattaforma e-commerce


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.