A- A+
Green

Vedrà la luce nel 2025 il deposito unico nazionale dove confluiranno tutti i rifiuti radioattivi prodotti nel nostro Paese. E’ quanto emerso dal convegno dal titolo “Messa in sicurezza dei rifiuti radioattivi. Verso un deposito unico nazionale” che si è tenuto oggi a Roma, organizzato dal Centro per un futuro sostenibile, in collaborazione con la Sogin, la società pubblica che si occupa dello smantellamento delle centrali nucleari nel nostro Paese.

Nonostante infatti il nucleare come fonte energetica in Italia non esista più dal 2011, sul nostro territorio esistono ancora otto siti nucleari (tra ex centrali elettriche e centri di stoccaggio) che continuano a custodire materiale radioattivo. Non solo. In Italia ogni anno vengono inoltre prodotti 500 metri cubi di rifiuti radioattivi da comparti come la medicina nucleare, e alcune attività industriali e di ricerca.

Di qui la necessità di creare un deposito unico nazionale, ovvero un’infrastruttura ambientale di superficie dove mettere in totale sicurezza tutti i rifiuti radioattivi prodotti in Italia. Sarà la Sogin ad occuparsi della localizzazione e della realizzazione del deposito nel quale confluiranno circa 75 mila metri cubi di rifiuti di bassa e media attività.

Per realizzare il deposito nazionale e l’annesso parco tecnologico è previsto un investimento complessivo di circa 1,5 miliardi di euro, di cui 650 milioni di euro (43%) per la localizzazione, progettazione e costruzione della struttura, 700 milioni di euro (47%) per infrastrutture interne ed esterne e 150 milioni di euro (10%) per la realizzazione del Parco Tecnologico.

Ma non è tutto. La costruzione del deposito avrà anche importanti ricadute occupazionali: la sua realizzazione genererà infatti circa 1500 occupati l’anno per 4 anni e la sua gestione produrrà circa 700 posti di lavoro.

Rosamaria Freda

Iscriviti alla newsletter
Tags:
nuclearescorierifiuti radioattivi
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Per Nissan l'Europa sarà il primo continente per quota percentuale di vendite

Per Nissan l'Europa sarà il primo continente per quota percentuale di vendite


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.