A- A+
Green
Spreco alimentare, allarme ambientale: responsabile del 10% delle emissioni
Fonte pexels

Lo spreco alimentare non è solo un'azione socialmente dannosa, bensì genera impatti negativi anche a livello ambientale. Secondo la fotografia scattata dal report Food waste index report 2021 delle Nazioni Unite lo spreco di cibo nel 2019 ha causato tra l'8% e il 10% delle emissioni globali di gas serra nel mondo. Un impatto negativo che influisce anche sui sistemi di gestione dei rifiuti e sul consumo di risorse, se pensiamo che circa 1,4 milioni di ettari di terreno coltivabile vengono utilizzati per produrre alimenti che non verranno mai consumati.

Lo spreco alimentare incide su una molteplicità di aspetti: cambiamento climatico, biodiversità, inquinamento e stile di vita, generando dislivelli sociali e ambientali notevoli. Ridurre la portata del fenomeno- secondo l'Onu- porterebbe a degli effetti sicuramente positivi: consistente taglio delle emissioni di gas serra, rallentamento della distruzione della natura attraverso la conversione dei terreni, aumento della disponibilità di cibo e riduzione della fame. Un fenomeno che- purtroppo- colpisce ancora 690 milioni di persone al mondo, destinate ad aumentare a causa dell'emergenza coronavirus.

A livello di numeri- secondo il report- il 17% del cibo disponibile al consumo dell'intero globo viene sprecato. Si tratta in pratica di 931 milioni di tonnellate finite nei secchi della spazzatura di numerose famiglie, rivenditori, ristoranti e servizi alimentari. Il peso è equivalente a quello di 23 milioni di camion con un pieno carico di 40 tonnellate.

In particolare il Food Waste Index Report 2021 del Programma delle Nazioni Unite per l'Ambiente (Unep) e l'organizzazione Wrap rivela che  "a buttare cibo per la maggior parte sono le famiglie che scartano l'11% di alimenti, mentre servizi e punti vendita al dettaglio ne sprecano rispettivamente il 5% e il 2%".  Mentre a livello globale "vengono gettati 121 chilogrammi di cibo a testa l'anno, con 74 chilogrammi a livello familiare". 

L’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile 12.3 dell’Agenda ONU 2030 punta a dimezzare lo spreco alimentare globale pro capite, ma l'obiettivo è ancora lontano. Che cosa fare quindi? Per il ceo di Wrap, Marcus Gover, "non riusciremo a raggiungere questo obiettivo entro i tempi stabiliti dall'Agenda 2030 se non aumenteremo significativamente gli investimenti per affrontare lo spreco a livello globale. Questa deve essere una priorità per governi, organizzazioni internazionali, imprese e fondazioni filantropiche".

 

 

 

 

Commenti
    Tags:
    spreco alimentare emissioni ambientespreco cibo ambientespreco alimentare cibo ambiente
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Wanda Nara vs la censura social Le nuove foto scaldano il web

    Belen, Diletta e.. scatti Vip

    Wanda Nara vs la censura social
    Le nuove foto scaldano il web

    i più visti
    in vetrina
    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter

    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    il Museo Mercedes-Benz festeggia il suo 15 ° compleanno

    il Museo Mercedes-Benz festeggia il suo 15 ° compleanno


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.