A- A+
Green
bottiglie aperte ape piccola

"Rosso corposo, armonico e persistente: è un vino scandinavo". Oggi è quasi impossibile ascoltare da un sommelier queste parole. Potrebbe non esserlo tra vent'anni. Perché i cambiamenti climatici stanno modificando la mappa dei vini, consentendo ad alcuni territori di produrre uve di qualità.

A causa del riscaldamento globale e degli scompensi climatici, le zone vinicole tradizionali potrebbero essere presto minacciate. Al contrario, territori inospitali per mosti e botti potrebbero fiorire. E' l'ipotesi formulata da Fernando Zamora, ricercatore dell'Università spagnola di Tarragona. Italia e Francia, quindi, dovranno "pensare a nuove strategie". Al contrario, alcune zone famose solo per la birra, hanno già iniziato a produrre vino di buona qualità. E le temperature in aumento amplieranno questo fenomeno. In Germania si cominciano ad avere vini dove fino a poco fa era uimpossibile produrre. E anche la Danimarca si è data all'uva.

I vigneti del futuro saranno in Tasmania, in Nuova Zelanda, nel sud del Cile, in Ontario e in altre parti del Canada. E ancora Inghilterra e sulle rive tedesche del Reno. E' tutta una questione di clima: la temperatura troppo basse o troppo alte, i fenomeni climatici e le improvvise gelate intaccano la qualità del vino, la maturazione dei tannini e gli zuccheri. Entro il 2050, la temperatura globale potrebbe aumentare di due gradi centigradi, con il risultato di portare siccità in zone oggi ideali per la produzione del vino e mitigare altri territori oggi inospitali.

Senza arrivare alle conseguenze più tragiche (la fine della produzione), l'effetto più immediata potrebbe riguardare una variazione nella struttura dei vini. Alcuni bianchi delicati, ad esempio, potrebbero diventare più intensi, "colorarsi" con note floreali. Allo stesso tempo i rossi diventeranno sempre più ricchi, corposi e fruttati. E' quello che già sta avvenendo in due zone francesi come Alsazia e Beaujolais. In Linguadoca il caldo secco ha portato una gradazione maggiore. Anche altre regioni dovranno adattarsi. Ad esempio puntando su uve che si adattino meglio a un clima più caldo. La soluzione quindi potrebbe arrivare dal sud. In alcune zone di Spagna, Portogallo e Italia il caldo non è un problema.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
vinoclimariscaldamento globale
in evidenza
Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

Scatti d'Affari

Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO

Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO


casa, immobiliare
motori
Porsche Taycan nuova safety car della Formula E

Porsche Taycan nuova safety car della Formula E


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.