A- A+
Lavoro
Associazione in partecipazione non più valida
logo fondazione studi
 

Sono vietati i contratti di associazione in partecipazione nei quali l’apporto dell’associato persona fisica consiste, in tutto o in parte, in una prestazione di lavoro, mentre quelli già in essere rimangono in vigore “fino alla loro cessazione”. Il contratto in esame permette ad un soggetto imprenditore (associante), di usufruire dell’apporto di un associato verso il corrispettivo di una partecipazione di quest’ultimo agli utili dell’impresa o di uno o più affari.

L’art. 53 del Dlgs 81/2015 ha di fatto abrogato i contratti di associazione in partecipazione con apporto di solo lavoro.  Dal 25 giugno 2015, quindi, non è più possibile stipulare nuovi contratti di associazione in partecipazione nei quali l’apporto dell’associato (persona fisica) sia di lavoro.

L’art. 53 del decreto prevede anche che i contratti in essere, in via transitoria, resteranno validamente costituiti sino alla loro cessazione.

Il contratto di  associazione in partecipazione non ha un termine minimo di durata per la validità del contratto, quindi, è ammesso che detto contratto sia a tempo
determinato od indeterminato, fatta salva la possibilità di ciascuna parte di
esercitare il diritto di recesso e di scegliere le modalità di scioglimento del rapporto contrattuale.

A riguardo, pacifica è l’ammissibilità del decorso del termine e del mutuo dissenso per lo scioglimento dello stesso.

Pertanto, se il contratto di associazione in partecipazione è a tempo indeterminato anche dopo l'entrata in vigore del D.lgs 81/2015, continua a produrre i suoi effetti fino a quando una delle due parti non recederà dal contratto o entrambe le parti  decideranno di risolverlo consensualmente.

Questo anche per effetto del principio del “tempus regit actum” che afferma la disciplina giuridica relativa a determinati fatti, va individuata nel momento in cui tali fatti si realizzano (art 11 preleggi codice civile).

Mentre per i contratti di associazione in partecipazione con la clausola di tacito rinnovo, in attesa di indicazioni ministeriali, rimarranno in vigore fino alla naturale scadenza, ma non potranno essere tacitamente rinnovati.

 

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Nuova smart #1,il domani è già arrivato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.