A- A+
Lavoro
Buste arancioni: da aprile pronte 7 milioni di lettere
logo fondazione studi
 

A partire dai primi giorni di aprile, 7 milioni di lavoratori cominceranno a ricevere a casa la «busta arancione» dell' Inps che conterrà un prospetto dell'estratto conto della propria situazione contributiva e previdenziale e una simulazione della pensione futura. Inoltre, anche un invito a richiedere lo Spid, il nuovo sistema pubblico di identità digitale per accedere a tutti i servizi online dell' Inps e, in prospettiva futura, di tutte le amministrazioni pubbliche. A comunicarlo è una nota stampa dell’Inps.

Verranno confezionate circa 150 lettere al giorno che saranno inviate a casa di sette milioni di lavoratori del settore privato i quali non hanno mai utilizzato il portale online dell’Istituto “La mia pensione” per conoscere la propria situazione previdenziale. Il progetto, che aveva subito a dicembre uno stop per problemi finanziari, riparte grazie alla collaborazione con l' Agenzia per l'Italia digitale (Agid), che aggiunge 2,5 milioni per il biennio 2016-2017 al milione che investe l' Inps.

Questa partnership permetterà di raggiungere quella larga fetta dell'opinione pubblica nazionale che non è ancora digitalizzata. La finalità della busta arancione è quella di riuscire a raggiungere diverse fasce di popolazione: secondo i dati Istat, infatti, nel 2015, soltanto il 60% degli italiani si è connesso a Internet e appena il 30% degli utenti ha utilizzato la rete per interagire con la pubblica amministrazione.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare


casa, immobiliare
motori
Ford Bronco sbarca in Europa

Ford Bronco sbarca in Europa


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.