A- A+
Lavoro
Equitalia, pagamenti a rate entro il 23 novembre
logo fondazione studi
 

I contribuenti decaduti dal piano di rateizzazione negli ultimi 2 anni hanno tempo fino al 23 novembre per chiedere di essere riammessi. A comunicarlo è la stessa Equitalia, che decide di agevolare la presentazione delle domande di riammissione prorogando la scadenza, prevista per sabato 21 novembre, a lunedì 23 novembre. Il nuovo piano di rateizzazione dei pagamenti non potrà superare le 72 rate mensili, non sarà prorogabile e decadrà in caso di mancato pagamento di due rate anche non consecutive. Le istanze possono essere presentate tramite moduli disponibili agli sportelli dell'Agenzia oppure tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, dopo aver scaricato i moduli dalla sezione Rateizzazione - Modulistica presente nell’Area Cittadini e nell’Area Imprese del sito www.gruppoequitalia.it.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.