A- A+
Lavoro
Illeciti amministrativi: l'estinzione dal 1° gennaio
logo fondazione studi
 

A partire dal 1° gennaio 2016, per effetto della proceduta di stabilizzazione disciplinata dall’articolo 54 del Dlgs 81/2015, i datori di lavoro privati che assumono, con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, soggetti che siano già stati parti di cococo (anche a progetto) o titolari di partita Iva, beneficeranno dell'estinzione degli illeciti contributivi, assistenziali e fiscali legati all'erronea qualificazione del rapporto di lavoro pregresso.

Per farlo bisognerà stipulare con il lavoratore un atto di conciliazione in base all’articolo 2113 del Codice Civile. La seconda condizione è che nei dodici mesi successivi all'assunzione i datori di lavoro non recedano dal rapporto, se non per giusta causa o giustificato motivo soggettivo. Il verbale di conciliazione dovrà contenere una rinuncia a qualsiasi pretesa riguardante la qualificazione del pregresso rapporto di lavoro. La “sanatoria” dagli illeciti non sarà riconosciuta in caso di assunzioni con contratto a termine, voucher o lavoro intermittente anche alla luce delle finalità della legge di promuovere l’occupazione con assunzioni stabili. Non si estenderà, inoltre, agli illeciti già accertati prima dell'assunzione. Non è previsto un arco temporale di efficacia della procedura: questa potrà essere, dunque, usata dai datori di lavoro privati per ottenere la "sanatoria" senza limiti di tempo, salvi solo gli illeciti accertati da ispezioni.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Citroën Ami 100% ëlectric, entra in servizio al Genova City Airport.

Citroën Ami 100% ëlectric, entra in servizio al Genova City Airport.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.