A- A+
Lavoro
Istat: crescita moderata ma a breve in frenata
logo fondazione studi
 

L’economia italiana continua a crescere con un ritmo moderato, caratterizzato dal consolidamento del contributo positivo della domanda interna alla crescita del Pil. Il principale motore della crescita è costituito dai consumi ai quali si accompagna anche un miglioramento degli investimenti. A precisarlo è l'Istat nella nota mensile sull'andamento dell'economia italiana pubblicata il 6 giugno 2016. Secondo l'Istituto di statistica, nel primo trimestre del 2016 la spesa delle famiglie residenti è cresciuta allo stesso ritmo del trimestre precedente (+0,3%), registrando aumenti più rilevanti per i beni non durevoli (+0,7%) e non durevoli (+0,5%), ma in rallentamento rispetto ai trimestri precedenti.

A maggio, però, peggiorano le valutazioni sull'economia e sul futuro del Paese. L’aumento degli occupati ad aprile ha riguardato 35 mila unità, sia uomini che donne, principalmente dipendenti a carattere permanente, mentre si è registrata una sostanziale stabilità dei lavoratori a termine e degli autonomi (+0,3%). L'Istat precisa anche che ad aprile il tasso di disoccupazione ha ripreso ad aumentare (11,7%), soprattutto quello riguardante la componente femminile della popolazione, cresciuto di cinque decimi di punto rispetto a marzo, toccando quota 12,8%. Contemporaneamente, il tasso di disoccupazione maschile ha proseguito la discesa, raggiungendo ad aprile il 10,8%, un decimo di punto in meno rispetto al mese precedente.

Ai risultati moderatamente positivi, registrati nel primo trimestre, si alternano alcuni segnali di debolezza delle attese delle imprese e degli ordinativi della manifattura, che suggeriscono un rallentamento del ritmo di crescita dell’attività economica italiana nel breve termine. Rispetto al trimestre precedente, i consumi finali nazionali e gli investimenti fissi lordi sono aumentati con la stessa intensità (+0,2%), mentre il rallentamento del commercio mondiale ha condizionato l’andamento delle esportazioni italiane, scese al -1,5%. Il modesto aumento degli investimenti ha, da una parte, consentito una crescita degli impianti indistriali e dei macchinari (+1,3%) ed una ripresa dei prodotti in proprietà intellettuale (+1,1%), ma dall'altra parte ha generato una riduzione delle costruzioni (-0,5%).

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Diletta Leotta, incidente a luci rosse a Scherzi a Parte. LE FOTO

Lo scherzo e l'imprevisto

Diletta Leotta, incidente a luci rosse a Scherzi a Parte. LE FOTO


in vetrina
Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile

Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile


motori
Nuova Peugeot e-208, 400 km di autonomia grazie ad un nuovo motore elettrico

Nuova Peugeot e-208, 400 km di autonomia grazie ad un nuovo motore elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.