A- A+
Lavoro
Istat, retribuzioni invariate a gennaio
logo fondazione studi
 

Rimane invariato nel mese di gennaio 2016 l'indice delle retribuzioni contrattuali orarie rispetto a dicembre 2015. Lo rileva l'Istat nel report sui contratti collettivi e retribuzioni contrattuali diffuso il 26 febbraio. L'Istituto nazionale di statistica sottolinea, però, un aumento dello 0,7% nei confronti di gennaio 2015. L'incremento tendenziale è dell'1% per i dipendenti privati e nullo per quelli della pubblica amministrazione a causa del blocco dei contratti.

I settori che a gennaio presentano gli incrementi tendenziali maggiori sono: tessile, abbigliamento e lavorazione pelli (2,5%); commercio, energia elettrica e gas (1,9%); agricoltura (1,8%). Nel report, inoltre, si evidenzia che alla fine di gennaio la quota dei dipendenti in attesa di rinnovo è del 62,6% nel totale dell'economia e del 51,7% nel settore privato. L'attesa del rinnovo per i lavoratori con il contratto scaduto è in media di 35,9 mesi per l'insieme dei settori e di 15,0 mesi per quelli del settore privato.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Kardashian, lato B o lato A? E il tatto di lady Vale Rossi...

Diletta, Wanda... che foto

Kardashian, lato B o lato A?
E il tatto di lady Vale Rossi...

i più visti
in vetrina
Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020

Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020


casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.