A- A+
Lavoro
Smart working: uno strumento da incentivare
logo fondazione studi
 

Quasi quattro piccole e medie imprese italiane su dieci hanno scelto di lavorare in modalità lavoro agile o smart working; mentre oltre il 60% si dichiara disinteressata o semplicemente non conosce ancora le potenzialità di questo nuovo modello organizzativo di lavoro. E' quanto emerge dai dati elaborati dall'Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano ed illustrati al convegno di Confindustria Padova sul tema del lavoro agile nel settore manifatturiero.

Si tratta di uno strumento di flessibilità lavorativa che viene adottato da un numero sempre più crescente di aziende del Nordest, principalmente quelle di grandi dimensioni, e che ha bisogno di essere ulteriormente incentivato tra le imprese per renderle più competitive sui territori. I dati del Politecnico, riportati sul Sole24Ore, evidenziano che al Nordest, dove la concentrazione di Pmi si mantiene alta, nel 2015 solo il 6% delle aziende ha già avviato progetti di smart working (5% il dato nazionale per le Pmi, 17% nelle grandi imprese). A queste si aggiunge il 24% di Pmi che sono in fase "esplorativa", si apprestano cioè ad avviare progetti in futuro, e un altro 9% che ha introdotto informalmente logiche di flessibilità e autonomia ma rivolte solo a particolari profili, ruoli o esigenze delle persone.

L'obiettivo dichiarato dagli industriali del veneto è quello di migliorare la produttività aziendale sfruttando la possibilità dei lavoratori di conciliare i tempi di vita e di lavoro attraverso orari più flessibili e luoghi di lavoro esterni alla sede aziendale ma dotati delle tecnologie necessarie.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Carolina Stramare va in gol L'ex Miss Italia sfida Diletta

Calcio e tv... bollente

Carolina Stramare va in gol
L'ex Miss Italia sfida Diletta

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


casa, immobiliare
motori
Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura

Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.