A- A+
Marketing
La guerra gay friendly della pasta: Granoro sfrutta l'effetto Barilla

"Piccole differenze nelle condizioni producono grandi variazioni a lungo termine". E' la definizione scientifica di effetto farfalla. Se dalla matematica si passa al marketing, si potrebbe parlare di effetto Barilla. E' ormai passato un anno e mezzo da quando Guido Barilla disse che non c'era posto per le coppie gay nella pubblicità del marchio. E' stato l'inizio di una slavina creativa che scorre ancora oggi.

La prima reazione fu quella di Buitoni. "Per noi c'è posto per tutti". E alla dichiarazione seguì la prima affissione.

o BUITONI facebook
 

L'altra risposta immediata arrivò da un altro concorrente, che sfruttò lo scivolone di uno dei leader di mercato con una serie di immagini ad hoc.

garofalo1
 

Dopo le polemiche e persino una campagna di boicottaggio, Barilla aveva tentato di correggere il tiro, con effetti ridotti. Tanto che, a distanza di 18 mesi, le concorrenti continuano a strutturare la propria idea creativa (anche) intorno alle coppie non convenzionali, sfruttando quello scivolone ormai datato. Questa volta è toccato a Granoro. Il marchio ha dedicato a una coppia gay con un bambino una delle immagini pubblicate sulla sua pagina Facebook.

   

Tags:
granoropastabarilla
in vetrina
Scatti d'Affari SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal

Scatti d'Affari
SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal

i più visti
motori
DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate

DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.