A- A+
Marketing
Pietro Zambon è il nuovo Presidente di Collis Veneto Wine Group

Cambio ai vertici per Collis Veneto Wine Group, società agricola consortile di secondo grado con sede a Monteforte d’Alpone (Verona), decretato dal Consiglio di amministrazione del 10 febbraio. Il nuovo presidente del Gruppo, che rappresenta oltre il 10% della produzione vitivinicola veneta, è Pietro Zambon, 62 anni, già Presidente Collis dal 2012 al 2018, ex presidente di Cantine Riondo Spa e presidente da dieci anni delle Cantine dei Colli Berici, che subentra al dimissionario Giuseppe Massimo Ferro.Al suo fianco opererà il nuovo vicepresidente Claudio Tamellini, 61 anni, eletto lo scorso novembre Presidente della Cantina di Colognola ai Colli e oggi nuovo presidente di Cantine Riondo Spa.  

Un giro di poltrone tra amministratori che sono già abituati a lavorare da anni in stretta sinergia all’interno del Gruppo, nelle due cantine fondatrici di Colognola ai Colli e dei Colli Berici. Il rafforzamento dello spirito cooperativistico tra i 2.000 soci che coltivano i 6.000 ettari di vigneto nelle province di Verona, Vicenza e Padova, costituisce oggi il filo rosso delle linee programmatiche del consorzio guidato da Pietro Zambon, sposato e padre di tre figlie, originario di Sarego, in provincia di Vicenza. Con un passato da tecnico commerciale nel settore metalmeccanico, è approdato da molti anni alla viticoltura per passione, come presidente della Cantina dei Colli Berici. 

"I principi solidaristici e democratici che hanno ispirato nel dopoguerra la nascita delle società cooperative non sono più sufficienti per competere sui mercati mondiali” dichiara il neo presidente di Collis Veneto Wine Group, guardando ai suoi prossimi tre anni di attività. “La mutualità deve accompagnare necessariamente la sostenibilità economica e ambientale e garantire un’adeguata remunerazione dei soci. Senza dimenticare il consumatore, che deve poter fruire di prodotti di qualità a prezzi accessibili”. “Rafforzare lo spirito di aggregazione, lungo tutta la filiera, costituisce il nostro obiettivo” aggiunge il vicepresidente Claudio Tamellini. “A partire dai valori che hanno permesso la costituzione di Collis Veneto Wine Group e che ci hanno portato nel 2018/2019 a totalizzare 84 milioni di Euro, conferendo ai soci 62,2 milioni di Euro”. Veronese, sposato e padre di due figli, di cui il maggiore impegnato con la madre nella conduzione di un’azienda agricola, Tamellini è entrato nel 1992 nella Cantina di Colognola di Colli come membro del consiglio di amministrazione, ha rivestito anche cariche consigliari nel Consorzio Agrario Lombardo-Veneto e del NordEst ed è membro di giunta in associazioni di categoria.

Loading...
Commenti
    Tags:
    pietro zamboncollis veneto wine group
    in vetrina
    #FreeBritney, l’appello dei fan per “liberare" Britney Spears dal padre

    #FreeBritney, l’appello dei fan per “liberare" Britney Spears dal padre

    i più visti
    motori
    ARI(Y)A nuova per Nissan, debuttano logo e crossover coupe’ elettrico

    ARI(Y)A nuova per Nissan, debuttano logo e crossover coupe’ elettrico

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.