A- A+
MediaTech

 

John Kerry

La diplomazia ha una arma in più: Twitter. Come tutte le armi, però, va usata con cautela, soprattuto quando si parla di affari di Stato. L'arrivo di John Kerry alla segreteria di Stato Usa segna un punto di rottura. Se il suo predecessore, Hillary Clinton, è sempre stata lontana dai cinguettii, Kerry si dimostra più aperto all'uso dei social network.     

Il Dipartimento di Stato ha annunciato che ambasciate e diplomatici sono titolari di circa 300 account Twitter,  seguiti da 3 milioni follower, di 400 profili Facebook e di 185 canali YouTube ."Vogliamo partecipare alle conversazioni che si svolgono in tutto il mondo ogni giorno", ha detto Victoria Esser, responsabile per l'Agenda digitale per il Dipartimento di Stato.

L'immediatezza del mezzo nasconde però alcune insidie. Un diplomatico non può permettersi commenti leggeri. E' il caso, ad esempio, di un piccolo incidente tra Pechino e Washington: la Cina non ha gradito i tweet di alcuni diplomatici americani. L'ambasciatore Usa in Italia, David Thorne, resta però convinto che sia "un buon mezzo di comunicazione. Credo che abbiamo bisogno di esplorare questa via e prendere per quanto possibile. Ma diffondere messaggi e interagire è prima di tutto una sfida". Una sfida da vincere, perche "Twitter e altri social network possono essere un complemento molto interessante alla diplomazia".

Tags:
twitterdiplomaziaambasciata

i più visti

casa, immobiliare
motori
Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno

Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.