A- A+
MediaTech
Facebook, invidia e insoddisfazione: il social ci rende tristi

Facebook ci rende tristi. È questa la conclusione di uno studio dell'Happiness research istitute. La ricerca ha coinvolto 1094 utenti chiedendo loro solo una cosa: fare a meno di Facebook per una settimana.

Si trattava di utenti che usavano il social “molto spesso” nell'86% dei casi e per più di mezz'ora al giorno nel 79%.

Dopo sette giorni, è stato chiesto agli utenti di misurare la loro soddisfazione e la capacità di concentrazione. E poi rabbia, inquietudine e sensazione di solitudine.

I dati - Tutti i sentimenti negativi sono diminuiti. Tutti quelli positivi sono aumentati. Il voto medio alla propria felicità è aumentato (da 7,5 a 8). L'attività sociale è aumentata, in una scala da 1 a 5, da 3,75 a 3,85. E ne ha guadagnato anche la soddisfazione personale. È migliorata la capacità di concentrazione. Il 55% degli intervistati si è sentito meno stressato. E anche la sensazione di solitudine è diminuita (del 9%). Sommando tutti gli indici presi in considerazione, ecco il risultato finale: secondo l'Happiness research istitute, le persone che frequentano abitualemente Facebook hanno il 39% di possibilità in più di sentirsi “meno felici” dei loro amici.

Un dato da prendere con cautela. Innanzitutto perché ci sarà stato certamente l'influsso dell'effetto placebo. E poi perché non una settimana è un lasso di tempo troppo breve: non sono chiari gli effetti sul medio-lungo termine.

"Non è vita reale": la sexy star di Instagram svela i suoi trucchi - LE IMMAGINI

Schermata 2015 11 03 alle 11.51.13

Paura del confronto - Lo studio, quindi, non può essere esaustivo. E lo ammettono anche i suoi autori. Si tratta però uno spunto interessante. Facebook è una fonte di notizie e relazioni impareggiabile. Ma è comunque un pezzo della nostra vita e (di conseguenza) della costruzione della nostra felicità.

Letta in questo modo, la ricerca ha un'altra luce. Perché rileva l'uso di Facebook come ambiente di confronto con una platea più ampia rispetto a quella “reale”. La metà degli utenti invidia le esperienze vissute dai propri amici. Uno su tre invidia la felicità altrui e 4 su 10 il successo degli altri. Spesso si tratta di un risentimento che non si basa su fatti concreti. La gioia, il successo e le esperienze sono spesso più esibite che oggettive. Ma tant'è: Facebook, afferma lo studio, rende infelici perché troviamo frustrante il confronto con gli altri.     

Tags:
facebooktristezzainvidiasocial networkhappiness istitute
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.