A- A+
MediaTech
Facebook, la svolta nelle news punisce il titolo in Borsa
Mark Zuckerberg

La svolta di Facebook, che darà priorità ai post degli amici rispetto a quelli delle celebrità e alle notizie dei giornali, costa caro a Mark Zuckerberg, 33 anni, co-fondatore e Ceo del social network. Dopo l’annuncio, giovedì notte, il titolo Facebook è sceso del 4,47% sul listino del Nasdaq, a 179,37 dollari alla chiusura di venerdì. Un calo che si traduce in una perdita di 3,3 miliardi per Zuckerberg, calcola Forbes. Come dire: il 4,4% in meno del suo patrimonio personale, ridotto ora a 72,4 miliardi di dollari.

La sua ricchezza nasce dal pacchetto azionario, pari al 17%, in Facebook, la società che creata nel 2004, quando Zuckerberg aveva appena 19 anni ed era uno studente a Harvard University, e poi quotata sul Nasdaq nel 2012.

«Abbiamo costruito Facebook per aiutare le persone a rimanere connesse e a stare più vicino alle persone che contano per noi. Ma recentemente abbiamo ricevuto feedback sul fatto che i contenuti pubblici – post di aziende, marchi e media – stiano affollando i momenti personali che ci portano a connetterci di più l’uno con l’altro», ha spiegato Zuckerberg.

Sulla base di questo, ha aggiunto, Facebook sta cambiando i suoi obiettivi, spostando l’attenzione dall’aiuto agli utenti per trovare contenuti pertinenti a quello per permettere loro di «avere interazioni sociali più significative». La novità che privilegia famigliari e amici non è piaciuta agli investitori, che venerdì hanno penalizzato il titolo in Borsa. Ma secondo alcuni analisti nel lungo periodo si rivelerà vantaggiosa per il gruppo di Menlo Park.

«Crediamo che questi cambiamenti avvantaggeranno Facebook nel medio e nel lungo periodo», ha dichiarato mark Mahaney, analista di Rbc a Bloomberg. In ogni caso Zuckerberg e la moglie Priscilla hanno poco da preoccuparsi. Rispetto a un anno fa, quando valevano circa 127 dollari, le azioni di Facebook hanno guadagnato più del 40%, nonostante la caduta di questa settimana, calcola l’Independet.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
facebook
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.