A- A+
MediaTech
Facebook compra Oculus per 2 mld: la realtà virtuale non è più un gioco

Mark Zuckerberg riapre il portafogli. Facebook ha acquistato Oculus, società leader nella costruzione della realtà virtuale, per due miliardi di dollari. 400 milioni di dollari in contanti e 23,1 milioni di azioni Facebook. Spiccioli se confrontati con i 19 miliardi di WhatsApp, ma pur sempre un'operazione di peso in un settore ancora tutto da esplorare. 

Ora la domanda è: che se ne fa Mark Zuckerberg di Oculus? Di certo non si fermerà ai giochi, che pure rappresenteranno una (ulteriore) diversificazione degli investimenti. Ma c'è altro. Lo ha spiegato lo stesso Zuckerberg: "Il mobile è la piattaforma di oggi e ora ci stiamo anche preparando alle piattaforme di domani". Cioè? "Oculus ha la possibilità di creare la piattaforma più social di sempre, e cambiare il modo in cui lavoriamo, giochiamo e comunichiamo". Un social sempre più interattivo e un'interazione sempre più realistica. 

Brendan Iribe, co-fondatore e amministratore delegato di Oculus, forte della nuova alleanza, alza il tiro: "Siamo pronti a offrire la migliore piattaforma di realtà virtuale del mondo. Sarà definita in modo forte dalle esperienze sociali che connettono le persone". Questo è il progetto a medio-lungo termine. Nell'immediato c'è da rintuzzare la concorrenza degli altri produttori di device per la realta virtuale applicata ai videogame: Sony ha lanciato Project Morpheus e microsoft Microsoft è pronta a giocarsi la partita.

ECCO COME FUNZIONA LA REALTA' VIRTUALE: GUARDA IL VIDEO

oculus
 

 

Tags:
facebookoculusrealtà virtualesocialzuckerberg
in evidenza
"Manovra? Non solo fisco ed energia, aiuto importante anche alla genitorialità”

Annalisa Chirico debutta su Affari - GUARDA IL VIDEO

"Manovra? Non solo fisco ed energia, aiuto importante anche alla genitorialità”


in vetrina
CED, presentato il Rapporto “Crescere Insieme”

CED, presentato il Rapporto “Crescere Insieme”


motori
Apre a Bologna la “Maison Citroën”

Apre a Bologna la “Maison Citroën”

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.