A- A+
MediaTech
Fondazione TI da finanziatori a produttori di idee

Nata nel 2008 come espressione della strategia CSR del Gruppo Telecom Italia da cui eredita i principi etici fondanti, la Fondazione Telecom Italia è una fondazione d'impresa che opera sul territorio nazionale e dove il Gruppo è istituzionalmente presente; il “cuore” di Fondazione è lo spirito d’innovazione grazie al quale s’impegna a lavorare per un’Italia sempre più digitale, avanzata e competitiva. 

Nel 2014 FTI ha raggiunto nuovi importanti traguardi nell’impegno all’innovazione sociale e all’educazione: allo stesso tempo, Fondazione ha altresì intrapreso un importante cammino di rinnovamento al fine di semplificare e rendere più agile il suo operato come pure “rivisitare” il proprio scopo.

Sono state rinnovate le cariche sociali con la nomina di quattro nuovi consiglieri (tra cui Giuseppe Recchi in qualità di presidente del CdA di Fondazione) attraverso il superamento del principio della prevalenza di amministratori scelti nel Gruppo TI. E’ stata cambiata la composizione del Comitato Scientifico, che dispone ora di un maggior numero di componenti oltre ad avere un ruolo più utilmente focalizzato sul rilascio di pareri al CdA sul piano strategico, nonché sulla valutazione degli interventi svolti. 

Inoltre, la denominazione di Segretario Generale di FTI è stata modificata in Direttore Generale, con una miglior precisazione dei compiti allo stesso attribuiti, mentre la clausola statutaria relativa agli scopi di Fondazione è stata rivista, in modo che FTI possa diventare nel breve una fondazione “produttrice di idee ” e non solo “finanziatrice di buone cause”. Lo Statuto prevede che Fondazione persegua la diffusione della cultura dell'innovazione, per favorire la solidarietà e lo sviluppo civile, culturale ed economico operando nei seguenti settori:

1) assistenza alle categorie e alle fasce di popolazione meno protette o svantaggiate; 
2) educazione, istruzione e ricerca scientifica, economica e giuridica; 
3) tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio storico-artistico.

La nuova mission di Fondazione Telecom Italia si traduce nel promuovere la cultura del cambiamento e dell’innovazione digitale, favorendo l’integrazione, la comunicazione e la crescita economica e sociale.

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA DI ANDREA RADIC A GIUSEPPE RECCHI PRESIDENTE TELECOM ITALIA 

 

 

Il percorso di rinnovo e rilancio della Fondazione passa attraverso l’avvio di un pool di progetti coerenti con una forte valorizzazione della cultura dell’innovazione. Le prossime iniziative FTI in programma rientrano in tre nuove macro aree di intervento:

Istruzione
Fondazione realizzerà iniziative volte sia all'aggiornamento tecnologico e digitale della scuola italiana, sia all'innovazione profonda di metodologie e strumenti didattici per studenti e corpo docente, al fine di raggiungere gli stessi livelli di innovazione delle scuole europee.

Cultura dell'Innovazione 
Fondazione avvierà un programma che comprende Lectures Annuali, i Quaderni della Fondazione ed eventi come le "lezioni sul progresso" per diventare un punto di riferimento in Italia e all'estero della cultura dell'innovazione.

Social Empowerment 
Le imprese sociali sono imprese. La Fondazione promuoverà non solo un migliore utilizzo delle nuove tecnologie, ma una buona capacità di gestione ed efficienza, per aiutare sempre più a fare "bene il bene".

Ecco la composizione del Board e del Comitato Scientifico

PRESIDENTE
Giuseppe Recchi
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
È l'organo direttivo della Fondazione. Approva le direttive generali che disciplinano erogazioni, attività e iniziative della Fondazione, oltre che i bilanci.
Il Consiglio di Amministrazione è composto da:
Alberto Mingardi - Vicepresidente
Marco Boglione
Luca Josi
Marco Patuano
Piergiorgio Peluso
Simona Signoracci 

 

telecom (2)
 

COMITATO SCIENTIFICO
È composto da esponenti del mondo accademico, scientifico, culturale e ha il compito di fornire pareri e proposte sui programmi e le attività della Fondazione.
Del Comitato Scientifico fanno attualmente parte:
MARIO BELLINI, Architetto e Designer
GILBERTO CORBELLINI, Ordinario di Storia della Medicina, Università
di Roma La Sapienza
LUCA ENRIQUES, Professor of Corporate Law, University of Oxford
Faculty of LawEnriques
FIORELLA KOSTORIS, Membro del Consiglio Direttivo dell’ANVUR
LUCY LOMBARDI, Innovation & Industry Relations, Telecom Italia
CARLO ALBERTO CARNEVALE MAFFÈ, SDA Professor di Strategia e
Imprenditorialità
FRANCESCA PASINELLI, Direttore Generale Fondazione Telethon
CARLO RATTI, Director MIT Senseable City Lab - MIT Senseable

Per FTI la scuola è un ambito privilegiato di azione, allo scopo ha spiegato il direttore generale Marcella Logli "di diffondere la cultura digitale nelle scuole e tra gli studenti e consentire che possano utilizzare per ragioni di studio e formazione le tecnologie che utilizzano al di fuori".

telecom (4)
 


Nel mondo dell'istruzione, infatti, l'obiettivo di Fondazione Telecom Italia è quello di innovare la didattica promuovendo iniziative volte sia all'aggiornamento tecnologico della scuola italiana, sia all'innovazione profonda di metodologie e strumenti didattici.
 

Il progetto ha l’obiettivo principale di rinvigorire e aggiornare la didattica della Storia Contemporanea nelle scuole superiori, oltrepassando i limiti del binomio manuale-lezione frontale attraverso un’appropriata integrazione delle strategie narrative tratte da fonti televisive, cinematografiche, teatrali, fotografia, letterarie. 

Nel 2015, I linguaggi della contemporaneità giunge alla sua terza edizione. 
Per quest’anno, la Fondazione per la Scuola - Compagnia di San Paolo ha previsto un significativo ampliamento del protocollo utilizzato finora: la filosofia didattica di base dell’iniziativa resta la stessa, ma le prospettive concettuali e di ricerca e gli ambiti di lavoro e produzione sono stati ripensati e ricalibrati in modo da tenere conto del medium contemporaneo per eccellenza: la rete digitale.

Tags:
telecomitalia-fondazione-finaziamenti-idee
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.