A- A+
MediaTech
Lady Soumahoro, "guerra" interna a Repubblica. L'attacco a Concita De Gregorio

"Lady Soumahoro come Chiara Ferragni". A Repubblica scoppia il caos

Scoppia il caos a Repubblica per l'articolo di Concita De Gregorio sul caso lady Soumahoro. La giornalista e conduttrice di "In onda" su La7 aveva scritto ieri in difesa della moglie del deputato di Sinistra Italiana e Verdi finito al centro dello scandalo per le coop di famiglia. "Perchè - scriveva De Gregorio - si attacca lei e non Chiara Ferragni? Entrambe fanno foto seminude e amano gli abiti firmati. Forse è perchè lei è nera?". Il suo pezzo ha provocato la reazione, ma non solo dei giornali considerati di destra, che l'hanno attaccata duramente, ma anche dei suoi stessi colleghi. Tanto che, sul suo stesso giornale, è arrivata la replica, con un articolo scritto da Francesco Boi, che ribalta totalmente lo scenario.

È sbagliato - scrive Repubblica - accostare Chiara Ferragni o Diletta Leotta a Liliane Murekatete. Possiamo discutere se sia legittimo o meno, quanto sia davvero femminista “vendersi” la propria nudità per vendere un prodotto, quanto dobbiamo essere post-moderni per ritenerla una cosa normale. Io penso, pasolinianamente, che sarebbe meglio non essere così proni alla cultura consumista di massa – che spinge a consumare anche il proprio corpo – ma mi rendo conto che il mondo, purtroppo anche il mondo della maggioranza delle donne, va da un’altra parte. Lo accetto, come Concita, senza moralismi. Lo accetto da Ferragni, liberissima di fare quello che vuole. Non lo accetterei invece da Murekatete, che di mestiere non fa l’influencer, ma dovrebbe gestire una cooperativa che aiuta gli ultimi tra gli ultimi, quelli arrivati in Italia senza nemmeno un paio di scarpe.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
concita de gregoriolady soumahoro





in evidenza
Affari in Rete

Politica

Affari in Rete


in vetrina
Sorpresa a Sky: Federica Masolin lascia la Formula 1

Sorpresa a Sky: Federica Masolin lascia la Formula 1


motori
Stellantis rinnova l'Impegno per la mobilità sostenibile a Torino

Stellantis rinnova l'Impegno per la mobilità sostenibile a Torino

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.