A- A+
MediaTech
Tardelli, Floris, Camilleri: va in scena la Leopolda Rai

L'hanno ribattezzata la Leopolda della Rai. Una kermesse, intitolata "100 parole e 100 mestieri per dire Rai", in stile rottamatore anche per la tv pubblica. E' quella organizzata da Luigi De Siervo, amministratore delegato di RaiCom, nello studio RaiTv2 di via Teulada, a Roma. Un appuntamento per discutere del futuro della Rai con (poche) idee nuove. E un'occasione per tastare il polso alla vena renziana dalla parti di viale Mazzini.

E allora è bene capire chi c'era. In una decina di ore di interventi, si sono succeduti sul palco Andrea Camilleri, Marco Tardelli, Lucia Annunziata, Giovanni Floris, Corrado Formigli, Ivan Cotroneo, Marco Tullio Giordana, Pier Francesco Favino, Giuliano Montaldo, Gabriele Salvatores, Pif, Francesco Facchinetti, Massimo Gramellini, Antonio Pappano, Simona Ercolani, Francesco Piccolo, Gianni Minà, Veronica Pivetti, Dario Fo. E poi ancora Bruno Vespa, Pietrangelo Buttafuoco, Ettore Bernabei. Per finire con il direttore generale Gubitosi. Non tutti renziani, certo. Anche, in ogni caso, contava esserci. Anche perché le proposte scarseggiano.

Le idee sono vaghe. Il governo non è andato oltre una concezione rigorosa del servizio pubblico, con una struttura che si ispira alla Bbc, modello individuato da decenni e mai davvero preso in considerazione. La riforma del canone oscilla tra lo slogan "pagare tutti, pagare meno" e un balzello in proporzione al reddito.

Tags:
leopoldarairenzi
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.