A- A+
MediaTech

Persino l'autorevolissimo New York Times è dovuto a scendere a patti con il diavolo (la pubblicità). In occasione del restyling del sito del quotidiano americano, si è deciso di far entrare i cosiddetti "native adds", i contenuti sponsorizzati.

Ma andiamo con ordine. Dopo 5 anni, l'edizione web del giornale è stata completamente rivista con l'obiettivo di rendere la navigazione più semplice e coinvolgente e soprattutto ottimizzata per tablet e computer portatili.

La prima cosa che colpisce è l'addio al colore: "The Grey Lady", la Signora in grigio, come è soprannominato il giornale, sarà ancora più grigia, visto che tornerà al bianco e nero, proprio come l'edizione cartacea. L'homepage è stata inoltre asciugata e semplificata.

Molto più spazio viene dato poi ai contenuti multimediali e alle opportunità di condivisione attraverso i social network e sono stati introdotti nuovi strumenti a disposizione dei lettori per commentare i contenuti, compresa la possibilità di intervenire in punti specifici degli articoli.

Ma la vera rivoluzione riguarda la pubblicità. Fanno infatti il loro debutto sul giornale più letto d'America i "native advertising", le "pubblicità native", una controversa strategia commerciale sempre più usata in Usa e che prevede contenuti editoriali sponsorizzati dagli inserzionisti.

Questo tipo di contenuti viene realizzato da uno staff specializzato composto da giornalisti, analisti di dati ed esperti di marketing e sono studiati per offrire il contenuto pubblicitario più adatto ai lettori. Uno degli aspetti che fa più storcere il naso è che spesso questi contenuti non si trovano solo in spazi loro riservati ma sono sempre più spesso tra e all’interno degli articoli stessi, con la possibilità di espandersi e contrarsi a seconda di come il lettore usa il mouse.

Sul New York Times gli spot sono comunque ben identificabili dai lettori: hanno una banda colorata blu e la dicitura "paid post", inserzione pagata.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
new york times onlinesitoadv
in evidenza
"Un film che rimarrà nella storia" Ennio , intervista al produttore

Esclusiva/ Parla Gianni Russo

"Un film che rimarrà nella storia"
Ennio, intervista al produttore

i più visti
in vetrina
Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"

Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"


casa, immobiliare
motori
Jeep, presenta le nuove Renegade e Compass e-Hybrid

Jeep, presenta le nuove Renegade e Compass e-Hybrid


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.