A- A+
MediaTech
Lo smartphone come il Lego: nel 2015 il telefono lowcost di Google

 

Google accelera. Vuole il suo smartphone e lo vuole fuori dagli schemi. Si chiama Project Ara, è un telefonino componibile, che moltiplica la personalizzazione (tecnica ed estetica) del dispositivo. Ormai la data del lancio si avvicina: dovrebbe debuttare nel corso del 2015.

Il progetto concepisce una sorta di "blocco madre" al quale si agganciano (tramite elettromagneti) moduli più piccoli, di diverse misure. In sostanza è l'utente che, mattoncino dopo mattoncino, costruisce il suo smartphone. Compone un mosaico nel quale trovano il giusto incastro tutti gli elementi che oggi costituiscono i cellulari: processore, memorai Ram, Wi-Fi, display, fotocamera, batterie. E chissà cos'altro.

La possibilità di aggiornare o sostituire i pezzi moltiplica anche la vita media dello smartphone, allungandola fino a sei anni. Il prezzo? Presto per dirlo. Possibile però che Big G opti per un costo contenuto del blocco principale (intorno ai 50 dollari). Basterebbe per le funzioni base, ma spingerebbe verso il mercato più remunerativo, quello delle componenti (da 10 a 18). La logia dell'app-economy applicata all'hardware. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
project arasmartphonegoogle
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Kia svela la nuova generazione della Niro

Kia svela la nuova generazione della Niro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.