A- A+
MediaTech
Renzi contro 'Il Giornale': "Squallido regalare il Mein Kampf"

"Trovo squallido che un quotidiano italiano regali oggi il Mein Kampf di Hitler. Il mio abbraccio affettuoso alla comunità ebraica #maipiù". Lo ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

L'ira del premier è contro Il Giornale di Alessandro Sallusti che regala, in allegato, il manifesto politico di Adolf Hitler. Iniziativa che suscita polemiche, soprattutto nella comunità ebraica italiana ("Operazione indcente"), mentre l'ambasciata israeliana in Italia aveva espresso sorpresa.

"Per capire com’è potuto nascere il male assoluto, bisogna andare alla fonte e non aver paura di storicizzare le tragedie del Novecento. Non avrei problemi, per dire, a pubblicare anche il «Libretto rosso» di Mao", ha spiegato Sallusti.

Oltre al premier, e' Ettore Rosato, presidente dei deputati del Pd, a esprimere l'indignazione del dem. "Il Giornale regala Mein Kampf di Hitler. Vergognosa operazione elettorale, senza pudore, senza rispetto. #maipiu'", ha scritto su Twitter.
 
"Distribuire Mein Kampf di Hitler e' decisione grave, memoria merita rispetto. Mia solidarieta' a tutte le famiglie vittime di Olocausto", e' stato il tweet della presidente della Camera Laura Boldrini.
 
"Esiste un disegno obbrobrioso e preciso a Milano e nel resto d'Italia, che mira a portare a votare contro i candidati del Pd tutto l'estremismo neo nazista e neo fascista che si puo' raccogliere. Per questo oggi il Giornale di Sallusti decide di pubblicare la summa ideologica del nazismo di Adolf Hitler, il Mein Kampf", ha dichiarato Emanuele Fiano, componente della segreteria del Pd. "In qualsiasi altro paese d'Europa questa operazione sarebbe stata considerata un'offesa insanabile alla democrazia antifascista, se non addirittura un reato.
A Milano il Giornale, il principale organo di stampa a sostegno della campagna di Stefano Parisi, guarda caso proprio nei giorni del ballottaggio, sceglie di arruolare a sostegno del proprio candidato anche l'estremismo piu' impresentabile. Faccio appello a tutte le coscienze libere e democratiche del nostro paese e alle comunita' ebraiche perche' questa vergognosa operazione non passi sotto silenzio".
 
"Il silenzio di Parisi sull'iniziativa del Giornale e' quasi piu' grave della pessima trovata del quotidiano - ha commentato Elisabetta Strada, della lista 'Beppe Sala - Noi, Milano - Evidentemente il candidato di cento destra avalla il reclutamento estremista pur di arrivare a sedersi a Palazzo Marino".
 
Ieri a esprimere sorpresa era stata la stessa ambasciata israeliana a Roma.  "Siamo sorpresi. Se ce lo avessero chiesto, avremmo potuto consigliare libri molto piu' adeguati per capire la Shoah", era trapelato da fonti della missione diplomatica. Mentre il numero uno dell'Ucei, Gattegna, aveva attaccato: "La distribuzione gratuita nelle edicole del Mein Kampf rappresenta un fatto squallido, lontano anni luce da qualsiasi logica di studio e approfondimento della Shoah e dei diversi fattori che portarono l'umanita' intera a sprofondare in un baratro senza fine di odio, morte e violenza. Bisogna dirlo con chiarezza: l'operazione del Giornale e' indecente".
 
In un editoriale su Il Giornale lo storico Francesco Perfetti spiega il senso dell'iniziativa, sottolineando come sia necessario "conoscere per rifiutare". "Proprio come antidoto alle tossine ideologiche presenti in quell'opera appare, oggi, utile, se non addirittura necessaria, una lettura meditata e non solo come documento storico del Mein Kampf ", spiega. "Solo una lettura sistematica effettuata con spirito critico può operare da contravveleno nei confronti di una costruzione teorica demagogica e tuttora pericolosa e, al tempo stesso, può consentire una spiegazione storica degli avvenimenti drammatici che hanno insanguinato l'ultimo scorcio della prima metà del secolo decimonono".
Tags:
renzi mein kampfmein kampf il giornalemein kampf
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.