A- A+
MediaTech

twitter@paolofiore

Tempi di movimento nel settore periodici. Se Rcs ha venduto l'intera divisione, Hearst ha deciso di lasciare Riders, il "maschile" del gruppo. L'acquirente è Sprea, gruppo che edita una trentina di testate di settore, tra le quali Linux e Il mio computer. 

La decisione è stata inattesa: Riders ha chiuso l'anno in perdita, ma con un rosso contenuto rispetto ad altre testate Hearst. Anche in edicola il giornale pareva aver retto, con una diffusione intorno alle 15 mila copie. Pochi mesi fa i vertici dell'azienda avevano assicurato che Riders sarebbe stata un punto da cui ripartire.

Per questo i lavoratori (8 tra giornalisti assunti, grafici e collaboratori) non si attendevano la vendita. Sul loro futuro non ci sono certezze. Ai rappresentanti sindacali è stato comunicato che si tratterebbe di cessione di un ramo d'azienda e che dalla prossima settimana si apriranno i tavoli di trattativa. 

cessione di un ramo d'azienda, è stato comunicato ai sindacati poco fa.. Hearst dimostra di voler puntare sugli altri periodici diffusi in Italia, tra i quali Gente, Elle, Marie Claire e Cosmopolitan. Ma soprattutto su Gioia, di recente oggetto di sostanziosi investimenti.  


 

Tags:
ridersvenditahearst

i più visti

casa, immobiliare
motori
Con Citroen Ami alla scoperta di Monza

Con Citroen Ami alla scoperta di Monza


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.