A- A+
MediaTech

Puntare sulla creatività per combattere la crisi. Anche e soprattutto nell'era dei nuovi media. E' il tema che emerge dall'incontro organizzato da Saatchi & Saatchi a Milano in occasione della presentazione dei risultati 2012 dell'agenzia, al quale sono intervenuti Aldo Grasso, professore di Storia della Radio e della Televisione all'Università Cattolica di Milano e direttore del Ce.R.T.A., Vittorio Meloni, direttore centrale relazioni esterne di Intesa SanPaolo, oltre a Giuseppe Caiazza e Agostino Toscana, rispettivamente amministratore delegato e direttore creativo esecutivo di Saatchi & Saatchi Italia.

L'agenzia ha chiuso il 2012, a perimetro costante, con risultati in linea con l'anno precedente, quando aveva registrato una crescita del 10% sul 2010, nonostante gli investimenti nel nostro Paese abbiano registrato lo scorso anno una forte contrazione (oltre il 14% in meno rispetto al 2011).

Le ragioni della performance stanno innanzi tutto in un'intesa attività di new business, che ha portato Saatchi & Saatchi a conquistare circa un nuovo cliente al mese nel corso dell'anno, fra i quali spiccano Parmalat, Lexus, Warner, Peuterey, La7, Dompè, Negroni, Salmoiraghi Viganò, Strolli Oro, BPM (con la sigla Essense), nonché a ottenere la conferma dell'importante budget Carrefour, sempre attraverso Essense.

Ed è proprio sulla creatività l'agenzia ha ottenuto i riscontri più importanti, sia in Italia (vinto all'Art Directors Club il più alto numero di premi per il secondo anno consecutivo) sia all'estero (7 Leoni d'Oro e 1 Bronzo per il progetto CoorDown al Festival Internazionale della Creatività, che ne fanno l'agenzia italiana che ha vinto più ori a Cannes in un'unica edizione). Significativo il fatto che i Leoni d'Oro vinti da Saatchi & Saatchi Italia rappresentano la metà dei Leoni d'Oro vinti nel 2012 da tutto il network Saatchi & Saatchi a livello mondiale, da sempre un dei più premiati.

 

 

Tags:
saatchi & saatchipubblicitàcreativitàcaiazzaaldo grasso

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.