A- A+
MediaTech
Social, sfidante vivere con e impossibile vivere senza. Anche per le imprese

In un periodo come quello presente, in cui il dibattito sull’incidenza dei social media sulla vita personale di ciascuno di noi, ma anche su quella sociale e politica delle nostre comunità è pressocché quotidiano (basti pensare alla diffusione delle fake news relative al Covid e ai vaccini, fonte di complottismi e discutibili ribellioni; o a quanto accaduto nelle ultime settimane della presidenza Trump...), sono bastate 7 ore di Facebook Instagram e WhatsApp down, lunedì 4 ottobre, per provocare una semi-isteria collettiva, nonché un danno stimato di 6 miliardi di dollari e il crollo del titolo in borsa. Il down, infatti, non ha comportato solo l'impossibilità di scambiare messaggi o di caricare post, ma anche la mancata erogazione di pubblicità e contenuti sponsorizzati di aziende ‘clienti’. Perché sono ormai tantissime le imprese che si avvalgono con successo dei social per comunicare prodotti e servizi: un’utenza business per la quale le piattaforme social rappresentano un mezzo irrinunciabile. E la situazione italiana qual è? Ne abbiamo parlato con Antonella Fanuzzi, Chief Web And Business Solutions Officer di Italiaonline.

Perché i social media sono così importanti?
"Oggi in Italia, su 60 milioni di abitanti, 41 milioni (il 67%) sono utenti dei social media, praticamente quasi la totalità di chi ha accesso a internet. E tra questi, più dell’85% dichiara di usarli con regolarità e di sentirsi attivamente ingaggiato. Il tempo medio speso sui social ogni giorno è di circa 2 ore. Questi numeri ci dicono che oggi i social media sono il luogo virtuale dove le aziende possono trovare i propri clienti; le nuove ‘piazze’ dove si tengono le conversazioni, si cercano informazioni e si formano le opinioni e le scelte di acquisto. E’ quindi vitale per ogni azienda oggi essere presente oggi in questi luoghi, per farsi notare, per raccontarsi, per interagire con i propri clienti, attuali o potenziali". 

Le aziende stanno sfruttando questa opportunità?
"Ad oggi, il tasso di presenza delle aziende italiane sui social network è ancora basso. Solo 1 azienda su 2 è presente, e tra queste, soprattutto nel mondo PMI, la fetta di chi ha una gestione casalinga delle proprie pagine è elevata (circa il 40%). Ma così facendo rinunciano spesso a tante opportunità di business. 
Stare sui social media e usare questi network come canali di comunicazione, interazione con i propri clienti e, perché no, anche acquisizione diretta di nuovi, richiede competenze e conoscenze avanzate degli strumenti. Ci vogliono professionisti che sappiano affiancare le aziende e consigliare la migliore strategia a seconda degli obiettivi, del tipo di azienda, del target a cui ci si rivolge". 


Ed è questo che fa Italiaonline? Cosa offre ai propri clienti?
"In Italiaonline abbiamo voluto sviluppare un’offerta a 360 gradi, in grado di rispondere a tutte le tipologie di clienti e a tutte le esigenze. Bisogna innanzitutto precisare che quando parliamo di Social Media per un’azienda parliamo di un universo di prodotti e servizi che impattano a vari livelli sulla vita digitale dell’azienda stessa. C’è un primo livello che potremmo definire di base che si basa su un concetto di pura presenza: come per il digitale in generale, si parte dal costruire la propria “vetrina”, tramite ad esempio l’apertura di tutti quei profili e punti di contatto che consentono all’azienda nostra cliente di essere raggiungibile, di avere un suo spazio digitale e social". 

E una volta aperti i vari profili?
"Abbiamo poi una gamma di offerte e servizi per la gestione day-by-day dei Social, quindi: piano editoriale e pubblicazione di post, per garantire un flusso di comunicazione costante e coerente, in grado di attivare conversazioni e interazioni con i propri interlocutori e clienti attuali e potenziali. A questo si affianca la nostra offerta pubblicitaria sui Social Media, con campagne ad hoc sui principali social quali Facebook, Instagram e Linkedin, per permettere ai nostri clienti di raggiungere il proprio target di riferimento a sostegno di alcuni specifici obiettivi di business, magari in alcuni momenti particolari dell’anno.
E non dimentichiamo che i social non sono solo racconto e conversazione, ma sono sempre più strumenti di business utili per generare contatti o addirittura vendere i propri prodotti e servizi". 

I clienti, però, sono di tanti tipi, per dimensione, categoria merceologica, area geografica; la vostra proposta commerciale social tiene conto di questi fattori?
"Abbiamo costruito varie gamme di offerta in relazione ai bisogni del cliente. Si parte dalle gamme più semplici, a catalogo, per aziende con esigenze base di comunicazione. Andiamo poi su offerte che chiamiamo modulari, che consentono al cliente di comporre e personalizzare la propria attività sui social, incrociando canali, frequenza dei post e quota di pubblicità, con un servizio che parte dalla strategia e arriva fino alla moderazione. Infine, abbiamo un’offerta completamente custom per rispondere ad esigenze specifiche con un approccio “sartoriale” da agenzia creativa. In questo caso, un gruppo di lavoro dedicato si affianca al cliente e studia insieme a lui la strategia migliore, supervisionando ogni fase della gestione dei social e della pianificazione delle campagne pubblicitarie". 


Come si inserisce questa offerta nella gamma di servizi che Italiaonline offre ai propri clienti?
"L’offerta Social Media completa e arricchisce la gamma di servizi che mettiamo a disposizione delle aziende per gestire e potenziare la loro visibilità e comunicazione in modo sempre più integrato: si affianca quindi alla gestione della presenza online dell’azienda e delle interazioni con i suoi clienti, alla creazione e gestione di un sito internet, alla creazione e gestione di un’attività e-commerce e, non ultimo, di tutte le soluzioni pubblicitarie e di comunicazione, sia su mezzi digitali che su mezzi offline. Qualunque sia l’esigenza, aiutiamo i nostri clienti a raggiungere i propri obiettivi di business". 
 
 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    social mediasocial media aziendasocial media sfida
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

    Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.