A- A+
MediaTech

Il telefono impara da Skype o WhatsApp. Apple ha depositato un brevetto che, come avviene già nei sistemi di chiamata via internet, evidenzia il proprio status. Occupato, libero, in attesa: lo smartphone segnalerà se si è disponibili a ricevere chiamate. Un buon modo per evitare imbarazzanti telefonate, suonerie moleste o vibrazioni fuori luogo. Lo smartphone rifiuterà o accettera le chiamate al vostro posto.

L'intenzione di Apple sarebbe però quella di andare oltre le funzioni simili già esistenti sulle chat: il sistema dovrebbe tener conto delle preferenze dell'utente, che deciderà di volta in volta quali informazioni far conoscere all'interlocutore dall'altra parte della cornetta. Non solo: lo status potrà non essere universale, ma variare a seconda della priorità data alla chiamata. Ad esempio, potrebbe essere possibile lascire libero accesso alle telefonate provenienti da casa, bloccando quelle di lavoro.

Oltre a evitare figuracce, poi, il brevetto, mettendo "in sonno" il cellulare, potrebbe consentire di allungare la durata delle batterie, ancora oggi uno dei punti deboli degli smartphone. Il brevetto di Apple promette di rivoluzionare la comunicazione via telefono, ma dovrà superare un ostacolo non da poco: far conoscere il proprio status e permettere al proprio smartphone di condividere informazioni personali chiama in causa forti problemi legati alla privacy.

Tags:
telefonoappleiphone
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni

Scatti d'Affari
Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni


casa, immobiliare
motori
Renault svela Scenic Vision, le sua nuova concept car

Renault svela Scenic Vision, le sua nuova concept car


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.