A- A+
MediaTech
Travaglio-Parsi, botte in tv. Il video. Lite sull'invio di armi all'Ucraina

Botta e risposta continuo su La7, a Tagadà


"Lei non conosce la Costituzione!". Marco Travaglio bacchettato dal professor Vittorio Emanuele Parsi.

La discussione, avvenuta a Tagadà su La7, verteva sulla guerra in Ucraina e sulla decisione dell'Italia di inviare armi a Kiev. "La Costituzione italiana non lo vieta", ha argomentato Parsi, incontrando però l'opinione contraria di Travaglio.

"Non abbiamo mai mandato armi a nessuno, lo vieta l'articolo 11", ha insistito il giornalista, costringendo il docente dell'Università Cattolica a ritornare sul concetto: "Quell'articolo non parla dell'invio di armi, questa è una certezza…".

Nel tentativo di sedare gli animi, si legge in un dettagliato resoconto su www.ilgiornale.it, è intervenuto il co-conduttore di Tagadà, Alessio Orsinger, con la lettura dell'articolo in questione. ma nemmeno il testo scritto è riuscito a mettere d'accordo i due contendenti.

"Allora Travaglio, dove sta scritto quello che lei ha detto? Le hanno letto l'articolo 11, basta aver fatto educazione civica...", ha attaccato Parsi.

E ancora, via con un'altra scoppola al giornalista in collegamento, che nel frattempo citava alcuni costituzionalisti per avvalorare la propria posizione. "Ha appena detto a me che non conosco la Costituzione ed è emerso che invece lei non la conosce!", ha proseguito il docente di relazioni internazionali, facendo indispettire ancor di più Travaglio. "No, io la conosco benissimo", ha replicato quest'ultimo.

Il battibecco si è infammato nuovamente quando il direttore del Fatto ha sostenuto che "due terzi degli italiani sono contrari (all'invio di armi, ndr), perché sono cultori della Costituzione più di molti altri”.

 Parsi: "Ma si rende conto che sta facendo un gioco? Non c'entra niente...". Sulla questione Ucraina, però il confonto tra i due non si è esaurito sull'argomento armi. Poco più tardi, sono volati stracci anche sul tema della propaganda.

Travaglio, infatti, sottolineava come su entrambi i fronti ci fossero state informazioni orientate. "La propaganda occidentale è riuscita a eguagliare in menzogna quella russa", aveva detto il giornalista.

E Parsi, appena presa la parola: "Le propagande servono ad ideali diversi, metterle sullo stesso piano è mistificazione". Ancora scintille, ancora muro contro muro.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    travaglio parsi lite tv





    in evidenza
    Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

    Ultimi scatti prima dello schianto

    Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

    
    in vetrina
    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


    motori
    Škoda nuova Octavia: nuovo design, tecnologia AI e motori efficienti

    Škoda nuova Octavia: nuovo design, tecnologia AI e motori efficienti

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.