A- A+
MediaTech
game boston1

Macchie di sangue sull'asfalto, un corridore per strada e pentole a pressione pronte a esplodere. Il cattivo gusto non conosce limiti: anche la strage della maratona di Boston è diventato un videogioco. Macabro. Il maratoneta deve saltare  gli ordigni mentre sullo sfondo scorrono i luoghi della tragedia.

Se si è troppo lenti, le pentole a pressione dotate di miccia esplodono e il corridore si ritrova in mille pezzi. Come se non bastasse, la fine del giochino è pessima: in caso di sconfitta compare un uomo amputato in sedia a rotelle con la scritta "fregato! Avrai più fortuna il prossimo anno!". Se invece raggiungi il traguardo il messaggio sarà: "Congratulazioni! Sei sopravvissuto alla Maratona di Boston!". Come se non bastasse, il delirante messaggio di trionfo continua "Il mondo è sicuro e tu puoi fare sesso con la moglie di Obama".

Il videogame è opera di Lolokaust, un gruppo di "bulli" della rete non nuovo a questo tipo di trovate. Il video che sponsorizza "The Boston Marathon: Terror on the Streets" è già stato rimosso da Youtube. Il gioco resta scaricabile.



 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bostonvideogiocostrage
in evidenza
Hunziker- Trussardi: è finita “Dopo 10 anni ci separiamo”

Spettacoli

Hunziker- Trussardi: è finita
“Dopo 10 anni ci separiamo”

i più visti
in vetrina
Fuga dalla Omicron: gli italiani scelgono Maldive, USA, Dubai, Mauritius e...

Fuga dalla Omicron: gli italiani scelgono Maldive, USA, Dubai, Mauritius e...


casa, immobiliare
motori
Citroën AMI ha ispirato la creatività dello stilista italiano Massimo Alba

Citroën AMI ha ispirato la creatività dello stilista italiano Massimo Alba


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.