A- A+
Medicina
AI-for-COVID19: il CDI lancia la diagnostica predittiva

AI-for-COVID19: il Centro Diagnostico Italiano lancia la diagnostica predittiva per personalizzare la terapia

 

AI-for-COVID è un progetto tutto italiano, uno studio multicentrico promosso da CDI - Centro Diagnostico Italiano di Milano, frutto della collaborazione con importanti centri clinici e di ricerca pubblici e privati, il cui obiettivo è di identificare, nei pazienti colpiti da COVID-19, sulla base dell’esame RX del torace eseguito al momento del ricovero, il rischio di andare verso un peggioramento della situazione polmonare e quindi il bisogno di una eventuale assistenza ventilatoria meccanica.

In altre parole, sviluppare una modalità di Diagnostica Imaging Predittiva applicando un sistema di Intelligenza Artificiale.

Grazie a questa innovativa metodica, oggi definita RADIOMICA, si potranno indirizzare a terapie più spinte i pazienti Covid prevedibilmente destinati a un’evoluzione peggiorativa, conoscere in anticipo quanti posti letto di terapia intensiva saranno necessari nei giorni successivi ed infine stimolare la ricerca sul Coronavirus mettendo a disposizione della comunità scientifica una mole di dati di Imaging Diagnostico di alta qualità.

Lo studio è promosso dal Centro Diagnostico Italiano, da tempo impegnato nel campo della RADIOMICA - ed è portato avanti insieme a prestigiose realtà di ricerca nazionali come l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova ed il Campus Bio-medico di Roma, e realtà di Imaging Diagnostico accademiche ed ospedaliere quali la Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore – Università degli Studi di Milano, la Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo ed Università degli studi di Pavia, gli Ospedali Fatebenefratelli-Sacco e SS. Paolo e Carlo di Milano, l’Azienda Ospedaliera Careggi – Università degli studi di Firenze e l’Ospedale San Gerardo di Monza – Università Bicocca.

Grazie a questo importante partenariato, ed in collaborazione con il centro Ricerca & Sviluppo di Bracco Imaging per le componenti di gestione dati e di machine learning, sarà realizzata una piattaforma web per la condivisione delle informazioni con la comunità scientifica internazionale al fine di accelerare la ricerca congiunta di soluzioni a questa pandemia.

AI-for-COVID avrà altre ricadute positive per il Sistema Sanitario Nazionale: permetterà di migliorare la gestione delle risorse dell’ospedale in caso di picchi di afflusso di pazienti COVID-19 e, quando gli ospedali rientreranno in un regime operativo normale, di limitare l’ospedalizzazione a quei pazienti per cui ci si aspetta una prognosi più severa, programmando terapia e monitoraggio domiciliare per gli altri.

Sono oggi numerose le potenzialità dell’applicazione delle Intelligenza Artificiale in sanità: il progetto AI for Covid-19 potrà contribuire allo sviluppo degli studi di virologia, all’attuazione di misure atte a proteggere gli individui fragili e con patologie pregresse nelle diverse fasce d’età della popolazione, e allo sviluppo di terapie e procedure per affrontare con modalità innovative il virus.

 

Commenti
    Tags:
    ai for covid-19; cdi;diagnostica predittiva; coronavirus
    in evidenza
    Dazn spegne i rumors sulla Leotta E' confermata sulla Serie A . Le foto

    Sport

    Dazn spegne i rumors sulla Leotta
    E' confermata sulla Serie A. Le foto

    i più visti
    in vetrina
    Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

    Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes partnership con Phi Beach

    Mercedes partnership con Phi Beach


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.