A- A+
Medicina
Aids, morti 1 milione di persone nel 2016, migliora l’accesso alle cure

Aids, un milione di morti nel 2016

 

L'Aids ha causato la morte di un milione di persone nel 2016, quasi la meta' che nel 2005, anno che segnò il picco peggiore dell'epidemia.

E non basta: perchè non solo sono diminuiti i contagi da Hiv e i decessi, ma secondo i dati pubblicati alla vigilia della Conferenza sull'Aids che si apre domani a Parigi, nel 2016 il numero dei sieropositivi con accesso alle cure antiretrovirali in tutto il mondo, ha superato, per la prima volta dall'inizio dell'epidemia, il 50% del totale. I dati sono stati presentati dal Programma delle Nazioni Unite per la lotta contro l'Aids. 

 

Aids: 1 milione di morti nel 2016, metà dei sieropositivi sono curati

 

In totale, al momento il 53% delle persone sieropositive (19,5 milioni) hanno accesso alle cure per un virus che al momento contagia 36,7 milioni di uomini e donne in tutto il pianeta e che, da quando fu identificato nel 1981, ha provocato 36 milioni di morti. 

Grazie all'aumento della copertura farmacologica, specialmente nelle zone piu' interessate, il settore sud e est dell'Africa, i decessi pe l'Aids si sono ridotti del 32% negli ultimi sei anni (1 milione di morti nel 2016 rispetto all'1,5 milioni nel 2010).

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
aidssierpositiviaids cure
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.