A- A+
Medicina
Alzheimer, in Italia 600mila malati. Emergenza anche per chi li assiste

Alzheimer, emergenza in Italia: 600mila malati. EMERGENZA ALZHEIMER

Oggi, 21 settembre, è la XXIV Giornata mondiale dell’Alzheimer, la forma più comune della demenza senile che colpisce oltre un milione 240mila persone nel nostro Paese. I malati di Alzhiemer sono 600mila malati, un over 85 su quattro. A rischio la salute psico-fisica dei familiari che li accudiscono



Alzheimer: psicologi, gravi problemi anche per chi assiste malati. EMERGENZA ALZHEIMER



Sono 600.000 in tutta Italia i malati di Alzheimer, in crescita. E' quanto risulta dagli ultimi dati disponibili da una ricerca realizzata dal Censis in collaborazione con Aima (Associazione Italiana Malati Alzheimer) e con il contributo di Lilly. Un dato che arriva alla vigilia della Giornata Mondiale Alzheimer, che - sottolinea l'Ordine degli psicologi dell'Emilia Romagna - affronta una problematica con conseguenze psicologiche sia per chi ne e' colpito direttamente, che per chi se ne prende cura, i cosiddetti 'caregiver', che nella stragrande maggioranza dei casi sono le famiglie. Il morbo di Alzheimer, una sindrome degenerativa con perdita della memoria e progressivo deterioramento cognitivo, comporta nella persona che ne viene colpita una profonda sofferenza di tipo psicologico. E' una malattia che provoca dolore e angoscia non risparmiando poi le persone che vivono accanto a chi ne e' colpito. E le gravi problematiche che comporta sul piano fisico, psicologico e comportamentale si ripercuotono in modo determinante nell'intero sistema socio-familiare di riferimento. Familiari e amici si trovano a dover affrontare e gestire una condizione patologica che comporta un radicale cambiamento di personalita' della persona malata. Viene sottolineato che l'assenza, anche parziale, della memoria, infatti, genera una progressiva perdita d'identita' per la persona affetta dal morbo, i familiari fanno percio' fatica perche' viene negata loro non solo la relazione presente, ma anche la continuita' della storia affettiva.

 

Alzheimer, con 600mila malati in Italia è emergenza. EMERGENZA ALZHEIMER



La cura di un parente malato di Alzheimer "e' profondamente impegnativa sul piano organizzativo, e ancor piu' su quello emozionale - dicono gli psicologi - Assistere una persona cara privata della memoria, delle esperienze affettive che ne hanno caratterizzato l'appartenenza alla famiglia e al contesto di riferimento, spogliata della sua identita' e sempre piu' invalida, aggrava significativamente la situazione psicologica del familiare che se ne fa carico in modo prioritario. Convivere con una persona completamente diversa, quasi sconosciuta, puo' comportare sentimenti di impotenza, solitudine, incomprensione, tristezza, stati d'ansia e angoscia. Spesso il 'caregiver' si vede costretto a stravolgere la propria vita personale, sia dal punto di vista lavorativo che sociale, e questo puo' avere importanti implicazioni anche all'interno delle relazioni familiari". Gli psicologi rilevano inoltre che "gli equilibri possono crollare, comportando una necessaria riorganizzazione della vita dei componenti del nucleo familiare per venire incontro alle necessita' quotidiane di cura del malato". Spesso si evidenzia nella struttura familiare un capovolgimento dei ruoli che da sempre la caratterizzavano: il genitore o il coniuge malato che in passato esercitava una funzione protettiva, di guida e sostegno, diviene invece bisognoso di totale accudimento, e "figli e consorte si ritrovano cosi' ad affrontare il dolore della perdita dell'identita' del proprio caro e nel contempo a far fronte al suo totale cambiamento".

 

Alzheimer, è emergenza. Urgono piani di intervento per pazienti e famiglie. EMERGENZA ALZHEIMER



Il morbo di Alzheimer, anche per i numerosi cambiamenti che provoca nella personalita' e nell'autonomia della persona, "puo' portare i familiari che lo assistono a sperimentare - dicono inoltre gli psicologi - vissuti psicologici ambivalenti e contraddittori. Tenerezza, compassione e sentimenti amorevoli possono essere messi alla prova dalla stanchezza e dalla frustrazione, facendo nascere irritazione e fastidio. Ne deriva un senso di colpa ancor piu' forte quando sfocia nel desiderio che la sofferenza finisca il prima possibile". E i familiari inoltre "possono sperimentare una esperienza di perdita che di fatto precede il momento della morte della persona amata, che puo' iniziare quando comincia a disintegrarsi la sua personalita'. Si puo' vivere infatti una perdita progressiva della persona, che viene sempre meno riconosciuta, provando stati psicologici propri del lutto con caratteristiche pero' aggravate dalla complessita' dalla situazione". Di qui la necessita', "l'importanza di offrire ai familiari un supporto psicologico adeguato, che li possa aiutare a gestire l'enorme carico emotivo-affettivo e organizzativo che questa malattia comporta.

 

Alzheimer, gravi problemi anche per chi assiste i malati. EMERGENZA ALZHEIMER

 

La qualita' della vita del malato - concludono gli psicologi - dipende in gran parte da quella di coloro che si prendono cura di lui e di come i familiari che lo assistono elaborano psicologicamente l'esperienza della malattia" E viene riconosciuto che "un importante riconoscimento a queste fondamentali figure e' stato dato dall'Emilia-Romagna, prima in Italia, con la Legge Regionale n. 2 del 28 marzo 2014, divenuta efficace a maggio di quest'anno grazie all'approvazione delle relative linee guida". Tra le novita' piu' rilevanti introdotte dalla legge, "la possibilita' per i 'caregiver' di usufruire di sostegno psicologico nonche' di adeguati percorsi di formazione e una specifica previsione tesa a valorizzare le competenze che hanno maturato nel periodo dell'assistenza al fine di favorire il reinserimento lavorativo".

Tags:
alzheimeralzheimer malatimalati alzheimeralzheimer emergenza
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.