A- A+
Medicina
Chiesi Italia: nuova governance nella filiale italiana del Gruppo Chiesi

Chiesi Italia diviene formalmente la filiale italiana del Gruppo Chiesi, uniformando la propria governance a quella delle altre filiali del Gruppo

Il Gruppo Chiesi, gruppo farmaceutico internazionale focalizzato sulla ricerca, con Headquarters a Parma e presente in 30 Paesi, ha annunciato il riconoscimento come legal entity della “Divisione Farmaceutica Italia”, con conseguente identificazione della struttura nella società “Chiesi Italia S.p.A.”.

In virtù della nuova identità giuridica, Chiesi Italia diviene formalmente la filiale italiana del Gruppo Chiesi, uniformando la propria governance a quella delle altre filiali del Gruppo.

La decisione è stata presa dal Board del Gruppo Chiesi ed il cambiamento è parte del progetto di crescita dello stesso, coerente con il Modello di Governance che la società si è data.

“Con questa operazione Chiesi Italia ha completato il percorso di crescita che le consentirà di procedere in modo autonomo nel suo processo di sviluppo nei settori che contraddistinguono il mercato italiano, rafforzando la propria presenza nelle aree terapeutiche mirate alle patologie respiratorie, specialistiche, alle malattie rare e all’ambito consumer”, ha commentato Ugo Di Francesco, CEO del Gruppo Chiesi.

Nell’ambito del nuovo assetto organizzativo, Raffaello Innocenti, dal 2013 alla guida della Divisione Farmaceutica Italia del Gruppo Chiesi, ha assunto il ruolo di Amministratore Delegato di Chiesi Italia.

Sono, inoltre, state annunciate quattro nuove nomine ai vertici di Chiesi Italia: Stefania Chinca, Finance & Sales Operations Director; Federico Esposito, DPO, Legal & Compliance Manager; Laura Franzini, già Medical Director, integra nel Medical Department la funzione Pharmaceutical Affairs acquisendo anche la responsabilità delle attività afferenti alle strutture Regulatory Affairs, Quality Assurance e Farmacovigilanza; infine Paolo Francesco Maria Saccà che ha assunto l’incarico di Market Access & Pricing Head.

“Siamo fieri di aver raggiunto questo traguardo, per noi una nuova partenza con una rinnovata identità giuridica con la quale continueremo a perseguire la sfida dell’innovazione e a portare avanti concretamente i valori che da sempre contraddistinguono il Gruppo Chiesi", ha dichiarato Raffaello Innocenti, Amministratore Delegato di Chiesi Italia.

"Il riconoscimento della nuova legal entity avviene in un momento storico di grande importanza per l’azienda, sempre più impegnata nella costruzione di un’organizzazione che metta al centro le persone e di un modello di business sostenibile. Le nomine di Stefania Chinca e di Laura Franzini seguono non solo l’impegno a valorizzare il capitale umano presente in azienda ma anche le politiche di sviluppo volte a favorire l'equilibrio di genere nel processo decisionale, in linea con le politiche di Diversity & Inclusion e con i valori di azienda B Corp”.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    chiesi italia: nuova governance nella filiale italiana del gruppo chiesi
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot: la filosofia della guida elettrica

    Peugeot: la filosofia della guida elettrica


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.