A- A+
Medicina
Coronavirus, la regola dei 6 secondi per evitare il contagio

Coronavirus, la regola dei 6 secondi per evitare il contagio: la carica virale fa la differenza

Trattandosi di un virus, più alta è l’esposizione più gravi saranno i sintomi con cui si manifesta. Mantenere le distanze di sicurezza è fondamentale. Qualora fosse difficile farlo, bisognerebbe rispettare la regola dei 6 secondi. Bisogna rimanere sotto i due metri di distanza per soli sei secondi.

“Le persone dovrebbero fare molta attenzione alle esposizioni ad alte cariche virali, che hanno maggiori probabilità di verificarsi durante le interazioni ravvicinate con una persona infetta” hanno spiegato Joshua D. Rabinowitz, professore di chimica e genomica e Caroline R. Bartman, ricercatrice. “Inoltre le interazioni con le persone infette – hanno proseguito i due esperti - sono più pericolose al chiuso e a distanza ravvicinata. Per difendersi dal rischio di contagio gli esperti americani suggeriscono di mantenere una lontananza di un metro e ottanta dagli altri. Ma nel caso in cui questa misura non fosse possibile, ad esempio quando paghiamo la spesa al supermercato, la regola da rispettare è quella di una vicinanza breve, al massimo di ‘sei secondi’”.

Coronavirus, la carica virale influisce sulla gravità della malattia

“Non tutte le esposizioni al coronavirus sono uguali” precisano i due ricercatori al New York Times. “Come per qualsiasi altro veleno, i virus sono di solito più pericolosi in quantità maggiori. Piccole esposizioni iniziali – proseguono -  tendono a portare a infezioni lievi o asintomatiche, mentre dosi più grandi possono essere letali”.

“Entrare in un edificio per uffici in cui è stato qualcuno infetto – hanno spiegato poi Rabinowitz e Bartman - non è pericoloso come stare seduto accanto a quella persona infetta per un'ora sul treno. Questo può sembrare evidente, ma molte persone non fanno questa distinzione. Dobbiamo concentrarci maggiormente sull'evitare le infezioni con grandi cariche virali”. “La carica virale – concludono - influisce sulla gravità della malattia”. Ecco perché è fondamentale mantenere le distanze e lavarsi spesso le mani.

Coronavirus, come comportarsi in un ufficio e negli spazi ristretti

“Dobbiamo evitare reazioni di panico esagerate alle esposizioni a basse dosi. Gli indumenti e gli imballaggi per alimenti che sono stati esposti a una persona infetta sembrano presentare un rischio basso” hanno precisato i due scienziati. “Le persone sane che stanno insieme in un supermercato o in ufficio corrono un rischio tollerabile, purché prendano precauzioni – hanno spiegato - come indossare maschere chirurgiche e prendere le distanze dalle persone”.

Commenti
    Tags:
    regola 6 secondi covidregola 6 secondi virusregola 6 secondi evitare contagioregola 6 secondi per evitare il contagioregola 6 secondi contagioregola 6 secondi coronavirusregola 6 secondi per contagiocoronavirus regola sei secondicoronavirus regola 6 secondicoronavirus regola dei 6 secondi per evitare il contagiocoronavirus come evitarlo
    in evidenza
    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    verso un mondo più sostenibile

    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    i più visti
    in vetrina
    Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...

    Marica Pellegrinelli in bikini: il web si scalda. E con Borriello...


    casa, immobiliare
    motori
    Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

    Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.