A- A+
Medicina
Corte Europea: "Il piccolo Charlie può morire", ok per staccare la spina

CORTE DI STRASBURGO, IL PICCOLO CHARLIE VA LASCIATO MORIRE:  BISOGNA SOSPENDERE LE CURE

 

Il piccolo Charlie deve essere lasciato morire. La Corte Europea per i Diritti dell'Uomo si è pronunciata sul caso di Charlie Gard, il bimbo inglese di 10 mesi affetto da una malattia rarissima e giudicato senza speranza dai medici del Great Ormond Street Hospital di Londra che volevano interrompere ogni supporto vitale. Ora potranno farlo, hanno deciso i giudici di Strasburgo che, dopo aver preso inizialmente tempo sul caso, respingono oggi la richiesta dei genitori del piccolo di tentare una procedura sperimentale negli Stati Uniti


Corte di Strasburgo: "I medici possono staccare la spina a Charlie"


Secondo la Corte Europea, qualunque ulteriore trattamento danneggerebbe Charlie. È più probabile che il bimbo ne tragga "dolore continuo, sofferenza e stress", spiegano i giudici, concludendo che "sottoporlo a una terapia sperimentale senza prospettive di successo non produrrebbe alcun beneficio". 


La Corte Europea su Charlie Gard: "Le cure al bimbo posso essere sospese"


Secondo i sanitari, il bimbo è uno dei 16 pazienti al mondo colpiti dalla cosiddetta sindrome da deplezione del Dna mitocondriale, patologia ultra-rara che causa un progressivo e inesorabile indebolimento muscolare. I macchinari che tengono in vita Charlie - riporta la Bbc online - saranno spenti nei prossimi giorni, dopo che l'ospedale avrà parlato con i familiari. Connie Yates e Chris Gard, i genitori del piccolo, avevano intrapreso una battaglia senza tregua per cercare di salvare il figlio, lanciando anche una raccolta fondi per sostenere le spese di trasferimento negli Usa. 

Tags:
charlie gardil piccolo charlie
in evidenza
Satta-Berrettini, la mossa di Melissa spiazza tutti

Gossip sorprendente

Satta-Berrettini, la mossa di Melissa spiazza tutti


in vetrina
Nespresso, ottenuta certificazione per la parità di genere

Nespresso, ottenuta certificazione per la parità di genere


motori
Nasce a Milano la Stellantis Brand House

Nasce a Milano la Stellantis Brand House

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.